Eventi in showroom, una guida e un sistema di comunicazione che li collega in un percorso, una lectio magistralis del direttore Gilda Bojardi al Consolato Generale Italiano e una tavola rotonda con 5 architetti e 5 imprenditori: INTERNI è tornata nella Grande Mela con BIG ITALY New York

INTERNI è tornata a New York in occasione della Design Week.

Lo ha fatto curando e realizzando BIG ITALY NEW YORK, un circuito di 50 showroom, un sistema di comunicazione e una guida per orientarsi nell’offerta culturale e di prodotto offerta dai brand del BelPaese attivi nella Grande Mela e come media partner di ICFF per la Nomad Design Night e di NYCxDesign Festival per tutta la settimana del design.

Leggi anche: BIG ITALY NY, i protagonisti, gli eventi, il circuito

 

Oltre al percorso comunicato attraverso bandiere posizionate alle entrate di 50 showroom e raccontato sul numero di maggio della rivista (disponibile in tutte le location - in lingua inglese nella nuova veste grafica), BIG ITALY IN NEW YORK ha anche ha contribuito ad animare il dibattito culturale della New York Design Week con una lectio magistralis tenuta dal direttore Gilda Bojardi (e testimonial dell’Italian Design Day) al Consolato d’Italia a New York dal titolo "Big Italy in New York: Manufacturing Value, inclusiveness, innovation and sustainability".

Leggi anche: Grande successo di pubblico per BIG ITALY NY

Il Talk al Consolato Generale d'Italia in Park Avenue, highlight di BIG ITALY in NEW YORK, ha portato a raccolta più di 300 tra architetti, designer, imprenditori e professionisti del settore.

Leggi anche: BIG ITALY NY, il nuovo format di dialogo per architetti e imprenditori tra Milano e New York

All’intervento del direttore di INTERNI Gilda Bojardi è seguito un talk moderato da Carlo Biasia (Special Projects Architect della redazione di INTERNI) e introdotto dagli interventi di Fabrizio Di Michele, Console Generale Italiano a New York e di Marva Griffin Wilshire, Ambasciatrice del Salone del Mobile.Milano in cui 5 architetti e 5 imprenditori si sono confrontati sul tema anticipato dalla lectio: il valore della manifattura in un’ottica di inclusività, innovazione e sostenibilità.

La discussione è stata costruita su 5 concetti chiave, espressioni delle tematiche fondative della cultura del progetto contemporanea e discusse dagli architetti e dagli imprenditori che sono stati invitati a intervenire: Dialogo, Tailor-made, Cultura del lavoro, Innovazione e traduzione del valore, Dal prodotto al progetto e viceversa.

I cinque concetti sono stati approfonditi dagli ospiti:

  • Dialogo, con contributo di Carlotta De Bevilacqua, CEO di Artemide e di Kai-Uwe Bergmann di Bjarke Ingels Group
  • Taylor made, con il contributo degli architetti Matteo Milani di Pei Cobb Freed & Partners e del CEO di Poltrona Frau Nicola Coropulis
  • Cultura del lavoro, con il contributo di Michael Gabellini di Gabellini Sheppard Associates e Laura Anzani, Presidente e CEO Poliform USA
  • Innovazione e traduzione di valore: con il contributo di Giulio Cappellini, architetto, designer e imprenditore e Stefano Giussani di Lissoni Architecture New York
  • Dal prodotto al progetto e viceversa: con il contributo di Francesco Farina, CEO B&B Italia USA e Francesca Portesine di SOM – Skidmore, Owings & Merrill

A ulteriore supporto comunicativo delle iniziative di INTERNI, la libreria Rizzoli di New York ha dedicato una vetrina al 70º di INTERNI realizzando un allestimento speciale con il racconto dei 70 anni della rivista ed esponendo – oltre al numero di maggio del magazine – anche le bandiere simbolo del FuoriSalone.

Per il cocktail, INTERNI ringrazia Obicà Mozzarella Bar, Acetaia Giusti e Masottina Prosecco per la gentile collaborazione.