Seguendo l’esempio di importanti gallerie e musei, Alidem ha voluto dedicare nuove energie al tema del collezionismo internazionale, presentando nella sua galleria di Milano una mostra sul mito dei marinai, raccontato attraverso i piccoli capolavori della photo trouvée, o snapshot, o ancora photographie anonyme e vernaculaire.

In una selezione di duecento immagini, dalla fine dell’800 alla metà del 900, provenienti dall’Europa all’America, dall’Indocina al Giappone, i marinai-fotografi, armati delle prime snapshot cameras prodotte da Kodak e Agfa, hanno documentato ogni momento della loro vita.

Sono singoli ritratti da spedire alla fidanzata lontana. E sono ritratti di coppia, tra compagni, simbolo della più affascinante amicizia maschile. Sono libere uscite sui risciò di Saigon e tra le braccia di una hula girl delle Hawaii. E sono grandiose bevute e ricordi di una notte d’amore, perché i marinai baciano e se ne vanno, come scriveva Pablo Neruda in una poesia del 1923, “Farewell”.

La mostra presenta inoltre un’ampia selezione di photo trouvée, dedicata alla diffusione del mito dei marinai nella moda femminile e nel cinema.

Tutte le immagini sono in vendita.