Il connubio tra Signature Kitchen Suite e il mondo della progettazione è sottolineato, oltre che dal valore estetico dei suoi prodotti, anche da iniziative dedicate come Sks De-sign Contest, concorso lanciato dal brand lo scorso aprile per reinventare l'ambiente cucina. Ecco i vincitori

Sks De-sign Contest, concorso fortemente voluto da Signature Kitchen Suite - brand di elettrodomestici built-in di alta gamma di Lg Electronics - e dedicato alla reimmaginazione dell'ambiente cucina, è stato lanciato per ripensare il ruolo di un ambiente profondamente influenzato dal contesto pandemico come la cucina, coinvolgendo architetti professionisti e studenti di Architettura o Interior design nello sviluppo di progetti abitativi domestici legati alla sfera del cucinare, ripensati alla luce delle tendenze emerse dai mutamenti in corso.

La giuria, composta da Gilda Bojardi (direttore responsabile di Interni), Fabio Calvi (studio di architettura Calvi Brambilla), Imma Forino (professore ordinario di Architettura degli Interni presso il Politecnico di Milano), Manuela Ricci (marketing manager Signature Kitchen Suite) e da Maria Santi (Fondazione dell'Ordine degli Architetti P.P.C. della Provincia di Milano), ha decretato i vincitori nella categoria professionisti.

Primo classificato è Pierpaolo Filipponi con Sinapsi, cucina dotata di sistema di purificazione dell'aria e interamente dedicata al benessere dell'uomo (secondo precetti propri della bioarchitettura), stimolato positivamente da un impiego consapevole del colore e dei suoni; secondo posto per Rosangela Alliori con MISS'MO, cucina modulare trasformabile e liberamente componibile sia lungo una parete sia come elemento bifacciale, così da articolare lo spazio che la accoglie; terzo classificato, infine, è Mario Abruzzese con una cucina articolata in tre elementi (parete attrezzata, isola, colonne) che sviluppa ed esaurisce in se stessa il ciclo di produzione, consumo e smaltimento/riutilizzo della materia.

Idee progettuali, quelle messe in circolo dal concorso, che rappresentano il terreno di coltura ideale per un brand come Signature Kitchen Suite, che proprio dell'assimilazione e della promozione della cultura progettuale ha fatto una delle chiavi del proprio successo.