Dal 16 al 20 novembre 2022 Milano ospita l’undicesima edizione della manifestazione dedicata al libro e alla lettura. Ci sarà anche INTERNI. Ecco cosa sapere e come visitare BookCity 2022

BookCity 2022 è alle porte. Anche quest’anno la fiera del libro e della lettura animerà la città di Milano con una rassegna di incontri, approfondimenti e presentazioni letterarie che si rivolgono a professionisti e appassionati.

Il filone tematico pensato per l’imminente edizione invita a ragionare sulla complessità dei tempi che stiamo affrontando, attraverso un confronto dinamico tra case editrici, player coinvolti e visitatori a proposito de La vita ibrida, ovvero uno stile di vita lontano da etichette tradizionali e pretese di definizione. A favore di una libertà espressiva guidata dalla curiosità di esplorare.

Tra gli eventi da non perdere, anche l’appuntamento con INTERNI, ideato per portare la cultura del progetto in città e suggerire contributi alla rivitalizzazione di nuove scene del paesaggio urbano.

L’incontro si terrà venerdì 18 Novembre 2022 alle ore 18.30 presso l’ADI Design Museum (Sala 4) in un format che ripropone il dialogo aperto tra Marco Boffi - ricercatore di Psicologia sociale, Dipartimento di Beni Culturali e Ambientali, Università degli Studi di Milano; Maria Cristina Finucci - Architetto e Artista; Elena Salmistraro, designer, e Matteo Vercelloni, architetto e storico dell’architettura, che modererà l’incontro.

BookCity Milano 2022: cosa sapere

Anche quest’anno BookCity Milano proporrà un palinsesto variegato: tradizionalmente inclusiva, la manifestazione coinvolge l’intera filiera del libro, dagli scrittori ai fumettisti, editori grandi e piccoli ma anche saggisti e illustratori, blogger e librai, influencer del libro, traduttori e bibliotecari, senza dimenticare studenti, insegnanti, lettori forti e occasionali.

Sono oltre 3000 gli autori e le autrici ospiti della manifestazione, con più di 1350 eventi e la partecipazione di 193 editori e 860 classi scolastiche; tante anche le sedi, con circa 290 luoghi, tra cui 47 librerie e 34 biblioteche su tutto il territorio cittadino.

BCM22 segna anche il decimo anniversario di BookCity per le Scuole, che per festeggiare inaugura un nuovo progetto; 12 le università e le accademie milanesi che partecipano a BookCity Università, con oltre 100 iniziative, senza dimenticare gli eventi e i progetti di BookCity per il Sociale, che raggiunge carceri, ospedali e biblioteche di condominio.

BookCity Milano 2022: l’evento di apertura

Intitolato Indagare l’animo umano, l’evento di apertura di BookCity Milano 2022 è previsto per le ore 20.00 di mercoledì 16 novembre, presso il Teatro Dal Verme. La serata avrà come protagonista lo scrittore norvegese Karl Ove Knausgård, noto per il successo delle sue opere autobiografiche, che riceverà il Sigillo della città dal Sindaco Giuseppe Sala e verrà intervistato dallo scrittore e critico letterario Emanuele Trevi, vincitore del Premio Strega 2021.

Per l’occasione, la scrittrice Melania Mazzucco, Premio Strega 2003, è stata invitata a riflettere sul tema portante dell’undicesima edizione, quella vita ibrida che si è insinuata nella quotidianità collettiva.

BCM22 sarà anche l’occasione per festeggiare i 10 anni di BookCity per le Scuole, che celebra l’anniversario con un evento realizzato in collaborazione con il Sistema Bibliotecario Milanese e La Lettura Intorno: BCZeta. Istruzioni per l’autogestione delle manifestazioni culturali, un laboratorio partecipato di progettazione culturale.

INTERNI a BookCity 2022

Anche INTERNI partecipa quest’anno a BookCity Milano, e lo fa con un evento volto a portare all’attivo stimoli riguardo la rivitalizzazione di nuove scene del paesaggio urbano.

Matteo Vercelloni, che modererà l’incontro, riassume così lo spunto di riflessione da cui avrà inizio l’intero approfondimento: "Nell’azione espositiva estesa a tutta la città, il FuoriSalone occupa ogni spazio possibile; da consuete location a luoghi tradizionali come musei e gallerie d’arte svestite per l’occasione delle consuete collezioni per accogliere allestimenti e oggetti, arredi sperimentali in gran parte autoprodotti, ad ambienti ‘trovati’ (officine, depositi, fabbriche in disuso), a luoghi monumentali ben conosciuti nei circuiti turistici che ‘occupati’ da allestimenti temporanei diventano ‘atipici’, offrendo al pubblico più vasto che in genere li frequenta (scolaresche, turisti, studenti, passanti) l’inconsueta presenza di espressioni del progetto contemporaneo. [...]

Forse è proprio questa la più interessante componente del FuoriSalone, a prescindere dallo specifico contenuto dei diversi allestimenti: proporre un consumo culturale-spettacolare di un allestimento e di espressioni sperimentali legati ad ogni artefatto, a chiunque, in modo del tutto spontaneo, negli spazi della città trasformati in luoghi ‘ibridi’ e seducenti, in palcoscenici di una pièce collettiva e dalle molte facce".

L’appuntamento è per venerdì 18 novembre alle ore 18.30, presso ADI Design Museum (Sala 4) - piazza Compasso d’Oro 1, Milano. Interverranno Marco Boffi - ricercatore di Psicologia sociale, Dipartimento di Beni Culturali e Ambientali, Università degli Studi di Milano, Maria Cristina Finucci - Architetto e Artista ed Elena Salmistraro, designer.

BookCity Milano 2022: le novità e i percorsi tematici

Quest’anno BookCity Milano sperimenta una nuova formula di realizzazione del palinsesto, affidando ad alcuni rappresentanti del mondo culturale italiano la curatela di percorsi tematici.

Docente di Filosofia delle Scienze Biologiche presso l’Università di Padova, Telmo Pievani ha ideato e curato il percorso Il sogno di Greta finisce a Kiev?, una rassegna di incontri, dialoghi e talk previsti per giovedì 17 novembre alla Fondazione Corriere della Sera, tra le 15.00 e le 19.00, per soffermarsi sui punti di convergenza della crisi climatica e della guerra in Ucraina.

Giornalista, scrittrice e conduttrice radiofonica, Benedetta Tobagi ha ideato e curato incvece il secondo percorso, intitolato Diventare pioggia, diventare tempesta. La Resistenza delle donne ieri e oggi, in guerra e oltre, che accende i riflettori su due temi caldi, attuali e urgenti: la questione femminile, legata anche alla rappresentazione e alle voci delle donne nella letteratura, e la guerra, tornata tristemente quotidiana anche in Europa; il percorso prevede tre incontri che trattano la storia, la memoria e la voce delle donne della resistenza, dalle 14.00 alle 17.00 di sabato 19 novembre, al Museo del Risorgimento.

A curare il terzo percorso tematico di BookCity Milano 2022 è la giornalista e saggista Eliana Liotta. Le parole della cura, che si terrà domenica 20 novembre dalle 16.00 al Museo della Scienza nella Sala del Cenacolo, racconta i valori e i progressi delle scienze della vita a partire da quattro concetti: fiducia, scienza, futuro e inclusione