Copenhagen Architecture Festival

Si è recentemente chiusa la quarta edizione del Festival dell’Architettura di Copenhagen, tenutasi dal 27 aprile al 7 maggio 2017. Qualche numero: tre le città coinvolte (oltre alla capitale, anche le città di Aarhus e Aarbolg); 11 i giorni dedicati alla manifestazione; più di 150 gli eventi aperti al pubblico articolati in mostre, lectures, dibattiti, concerti, conferenze, film, oltre a visite guidate (naturalmente in bicicletta) per scoprire le architetture di ieri e di oggi delle tre città danesi; decine gli architetti coinvolti: dalle più autorevoli voci dell’architettura danese agli esponenti di punta del progetto internazionale.

Obiettivo è stato quello di esplorare il concetto di Architecture as Identity, tema scelta scelto per quest’anno da Josephine Michau, direttore del Festival. A conclusione della manifestazione Michau ha dichiarato: “Ci auspichiamo che il Festival possa avere contribuito a spiegare come l’architettura sia in grado di creare qualità  nella vita  di tutti i giorni, a partire dal privato dei nostri ambienti domestici sino agli spazi urbani pubblici e di lavoro,  dalla nostra realtà nazionale sino a valicarne i confini. Si tratta di raggiungere questo obiettivo  in  modo semplice, senza mai rinunciare alla curiosità, per  fare architettura con un nuovo sguardo davvero nuovo. L’invito è stato rivolto sia agli addetti ai lavori ma anche a tutti i cittadini, che si sentono coinvolti nel futuro della propria città”.

Quattro i momenti che hanno caratterizzato il Festival: l’attività cinematografica, spalmata su tutte  e tre le città con la proiezione di più  di 40 film, fra i quali spicca la première mondiale di BIG Time, il film che ha presentato il ritratto professionale, ma soprattutto umano, di Bjarke Ingels, l’archistar danese che a soli 40 anni è diventato uno dei più importanti esponenti del mondo del progetto con lavori spalmati su tutti i continenti

La conferenza internazionale, svoltasi ad Aarhus, capitale europea della cultura 2017, ha esplorato il tema  ‘Architecture as Character’  con la partecipazione di architetti danesi e internazionali.

L’attività espositiva con mostre tra le quali segnaliamo Never Demolish!, con doppia sede espositiva a Copenhagen, presso Space10, e ad Aarhus, ha presentato il rivoluzionario progetto di rigenerazione urbana di 530 appartamenti di social housing a Bordeaux, in Francia, a firma di Lacaton & Vassal, Druot and Hutin.

Infine i bike-tour nelle tre città del festival, guidati da architetti locali per scoprire le architetture virtuose cha hanno cambiato il volto del tessuto urbano (vedi foto-gallery).

Testo di Laura Ragazzola – Foto di Kasper Nybo