Ypperlig: funzionali e minimal, le sedie che giocano con lo stile

Condividere esperienze e visioni tra aziende è il segreto del successo nell’economia del futuro: la we economy continua a stimolare partnership che regalano spinte decisive e valore aggiunto non solo in campo digitale. Anche nel campo del design e dell’arredamento l’unione fa la forza e da competitor si diventa “cooperator”. Così succede in nord Europa dove la multinazionale IKEA si è unita a un’azienda di design danese, la Hay di Mette e Rolf Hay, per creare una nuova collezione di articoli d’arredo dinamici, funzionali e semplici, perfetti per interpretare gli spazi moderni senza tralasciare il comfort.

Frutto di questa collaborazione è Ypperlig, una collezione che spazia da sedie, tavoli e divani a complementi come specchi e oggettistica, ideati dalla moglie di Hay, Mette, socia e designer del brand. Prodotto simbolo della collezione, secondo il designer Rolf Hay, è la nuova sedia monoblocco con braccioli in plastica. Linee pulite, sottili e uniche che danno vita a una sedia confortevole, leggera e versatile. Perfetta per la zona pranzo, soprattutto se accostata ad arredi in legno per creare un ambiente caldo ma contemporaneo, è impilabile quindi permette di non sprecare spazio. Sia per il materiale che per il design, la sedia Ypperlig è il prodotto ideale anche per l’outdoor, perfino per gli ambienti pubblici. Un valore che si aggiunge a un’idea originale.

Una delle peculiarità sta proprio nel processo di creazione della sedia e nei tempi di realizzazione. Una trentina di secondi per iniettare la plastica calda in uno stampo precedentemente studiato e la sedia è pronta. Si tolgono le “bave” rimaste e dopo pochi minuti ci si può già sedere comodamente.

Una sorpresa anche per Hay che ha lavorato molto nella produzione IKEA e da questa ha imparato davvero tanto. È nella produzione che vengono prese molte decisioni importanti che influiscono sul design: “Abbiamo lavorato molto, ma senza conflitti, perché sia Hay che IKEA partono sempre dal processo produttivo. È vero, siamo designer, ma ci appassiona anche il modo in cui i prodotti vengono realizzati. Ai designer che desiderano collaborare con IKEA posso dire che è importante conoscere la produzione industriale. Poiché molte decisioni vengono prese in fabbrica, è lì che bisogna essere”.

La sedia Ypperlig ha riscosso tanto successo da aprire la strada a una seconda versione, più bassa e soft, che si trasforma in poltrona. Un articolo utile per dare armonia e coerenza negli ambienti di tutta la casa.

Scopri la nuova collezioni Ypperlig, la semplicità della bellezza.