INTERNI. The Magazine of Interiors and Contemporary Design

Now Reading:
Una serra in cucina? Solo con IKEA
Archivio: News Nativa

Una serra in cucina? Solo con IKEA

Orti in città? Dopo l’High Line di New York nulla è impossibile: anche nella tua cucina possono nascere piantine e verdure, grazie a IKEA e al tuo pollice verde
Data Pubblicazione: 24 February 2017

A chi credeva che la tua passione per le erbe aromatiche e le piante a foglia verde fosse difficile da coltivare in una grande città hai risposto con un invito a cena, dimostrando che realizzare i sogni è possibile. Una fonte di luce, una grande finestra e l’immaginazione si è scatenata. E per dare concretezza ai tuoi castelli in aria è bastato passare da IKEA, dove ogni cosa ha preso forma facilmente. Chi è leader nell’arredamento può garantire che i tuoi sogni rimangano intatti a lungo, almeno per 25 anni, tanti quanti quelli della garanzia di qualità del brand scandinavo, perché una cucina è attiva tutti i giorni più volte al giorno e deve essere fatta con materiali adeguati.

Gli scaffali a giorno METOD nella finitura VEDDINGE sono stati l’oggetto della tua prima progettazione: rivolti alla finestra per dare calore alla mentuccia fresca – senza menta fresca che ne sarebbe del mojito estivo? –, per dare luce al basilico – si sa che è uno dei segreti per una pasta al pomodoro Doc –, per crescere il rosmarino, la maggiorana e il timo. Ci sta anche un po’ di prezzemolo e di lattughino, come farne a meno? Nei cassetti invece tutti gli attrezzi, non solo da cucina. Uno spazio l’hai lasciato per le palette, per i semi, l’erogatore dell’acqua, le forbici e tutto ciò che ti serve. Ogni cosa al suo posto.

Ai lavelli hai pensato dopo – due, sicuramente, per facilitare i lavaggi delle tue verdure – e anche alla cottura: meglio la piastra a induzione BEJUBLAD, funzionale ed esteticamente armonica.

Le erbe fresche donano alla tua cucina un profumo di casa autentico e un colore che ravviva l’ambiente. Ora puoi fare entrare i tuoi ospiti: l’arrosto con patate è pronto, ma il vero protagonista è il rosmarino, e si sente. Grazie al tuo orto in cucina firmato IKEA.

Previous Next
Now Reading:
Tecnologia, tradizioni e contaminazioni
Archivio: News Nativa

Tecnologia, tradizioni e contaminazioni

Abitudini che cambiano, nuove culture e antiche tradizioni dall’Italia e dal mondo: un’edizione di Homi ricca di suggestioni, aperta, tecnologica e multiculturale

Dal 27 al 30 gennaio 2017 - Fiera Milano Rho
Data Pubblicazione: 11 January 2017

Homi, il Salone degli Stili di Vita di Fiera Milano, torna dal 27 al 30 gennaio 2017 (e dal 25 gennaio in preapertura per il settore Gift&Events e Festivity). Con un layout rinnovato, aree dedicate alla sperimentazione e focus su tendenze e abitudini diffuse, la manifestazione dimostra la sua centralità per le aziende dei settori di riferimento.

Tra le tendenze che stanno modificando il vivere quotidiano, la tecnologia si impone nelle abitazioni e negli oggetti che le arredano fino agli accessori indossati dalle persone. Per dare spazio a questa tendenza si conferma anche in questa edizione lo spazio Homi Smart, con spunti di riflessione e esempi del legame sempre più stretto tra design e tecnologia, tra l’estetica degli oggetti condivisa mediante i social network.

In Fiera, idee e suggerimenti dei nuovi influencer dello stile si concretizzeranno in installazioni e spazi a tema, workshop, dimostrazioni e laboratori di ricerca su forme e materiali.

A cambiare la quotidianità non è solo il web, ma anche una crescente multiculturalità, con le tradizioni di paesi differenti che stanno gradualmente portando alla condivisione di altre consuetudini di vita. Nelle abitazioni e nell’abbigliamento compaiono oggetti etnici o appartenenti a culture lontane, spesso combinati con accessori più tradizionali. Nuove occasioni di festa e ricorrenze diventano momenti per arricchire gli ambienti di decorazioni, colorare i punti vendita e condividere il piacere di stare insieme.

Anche le nostre tradizioni trovano nuova vita attraverso oggetti legati a usi e ricordi della nostra identità o esteticamente rivoluzionari nella loro immutabilità apparente. Così lavorazioni di materiali naturali secondo tecniche antiche, riscoperta della storia di territori e forme del passato, sensibilità verso il sostenibile, diventano ingredienti indispensabili per offrire valore aggiunto a oggettistica e accessori sul mercato.

Mostre ed esperienze daranno vita a un percorso ricco e vario per presentare proposte innovative. Ecco un piccolo carnet di novità di interesse che sveleranno le molte anime ospiti al Salone degli Stili di Vita.

La Magnifica Forma, un viaggio nelle tradizioni del territorio italiano

Design Competition, una opportunità sempre più ricca per i giovani designer

Festivity, il Natale, e Homi, arrivano in anticipo

Kid Style, si svelano i cinque sensi della fantasia

Olfactory Gallery, un palcoscenico per il profumo dell’eleganza

Scatenata!, una catena tra funzione e decorazione

Homi Living Outdoor, materiali naturali alleati del benessere

Homi Asia Design, un incontro con le culture del più grande continente

DDD, uno spazio d’onore per le eccellenze del design internazionale

La casa laboratorio, nuove idee di stile ed eleganza della tavola

Homifood, agroalimentare & design

Social Table, aggiungi un trend a tavola

Alice Tv, stile e convivialità live

Previous Next
Now Reading:
Maison&Objet Paris
Archivio: News Nativa

Maison&Objet Paris

L’esperienza del cliente al centro del business alla prossima kermesse parigina
Dal 20 al 24 gennaio 2017 - Quartiere Espositivo di Paris Nord Villepinte
Data Pubblicazione: 2 January 2017

logo_MOparis_k_rvb

 

Maison&Objet Paris dà nuovo spessore ai propri contenuti e propone per l’edizione di gennaio concept inediti e risposte concrete per un’esperienza di visita ricca e varia.

Luogo di incontri, scambi, business e ispirazione, il salone consente di informarsi su mercato e concorrenza, scoprire le novità del momento e anticipare quelle del futuro. Accanto al Forum d’Inspirations al padiglione 7, che propone da alcuni anni uno sguardo prospettico, la fiera offre ai visitatori la possibilità di decodificare in modo immediato i prodotti chiave della stagione grazie a What’s New! ai padiglioni 3 e 6.

Per facilitare il percorso di visita, prosegue inoltre il lavoro di valorizzazione dell’offerta grazie a un miglioramento dell’integrazione dei settori Tessile e Biancheria della Casa negli universi Cosy ed Elegant e a una valorizzazione dell’universo Kids.

Per rispondere alle richieste di architetti e designer che operano nel Contract, il salone ha posto l’accento su un’ampia sinergia tra i padiglioni dedicati a questi settori, Actuel e Influences.

Nuova tappa strategica per il salone e per la sua rivoluzione digitale, sarà il lancio della piattaforma Maison&Objet and More (MOM) per essere sempre connessi a una esclusiva selezione di prodotti dei brand più esclusivi.

Creativo dell’anno Maison&Objet Paris Gennaio 2017 è Pierre Charpin. Designer, artista e scenografo, il creativo francese coltiva una poesia minimalista in un giardino di oggetti e pezzi d’arredamento. Pierre Charpin sarà un ospite di riguardo, e sedie, brocche, caraffe, tavoli e poltrone sperimenteranno i suoi modi delicati.

Durante il salone, Charpin presenterà la PC Lampe, sviluppata con Sébastien Wrong.

Previous Next

 

Now Reading:
500 Italian Design Icons 1954/2016 – Still in Production
Archivio: News Nativa

500 Italian Design Icons 1954/2016 – Still in Production

E' in edicola il volume Italian Design Icons - Interni Serie Oro, allegato a Interni dicembre 2016
Data Pubblicazione: 5 December 2016

Italian Design Icons è una pubblicazione che prosegue il racconto del design italiano proposto da Interni nel 2014 con il volume celebrativo per i suoi 60 anni.

Seguendo la stessa scansione temporale per decenni, abbiamo ripercorso l’evoluzione del progetto e dello stile dell’abitare attraverso più di 500 prodotti icona, solo italiani, realizzati dal 1954 a oggi. Sono, ovviamente, arredi e complementi molto diversi tra loro per caratteristiche storiche, linguistiche e culturali.

Hanno un importante comune denominatore: sono a oggi tutti in produzione, disponibili, in Italia e all’estero, per chi desidera personalizzare la propria casa con un pezzo intramontabile o, più semplicemente, con un segno di forte identità.

La rassegna dei prodotti icona è arricchita dalle testimonianze di 24 designer di fama internazionale che indicano e spiegano i loro progetti più importanti e rappresentativi, attraverso una sorta di autoritratto progettuale.

Il volume si conclude con un’ipotesi di quelle che potrebbero essere le icone di domani, ovvero i prodotti di oggi che definiscono le nuove tendenze dell’abitare e gettano le basi dei nuovi linguaggi espressivi.

Con 188 pagine e con contributi critici (Cristina Morozzi, Marco Romanelli e Matteo Vercelloni), Italian Design Icons è disponibile dal 6 dicembre in tutte le edicole, allegato a Interni numero 667, dicembre 2016.

Previous Next