Interni United Mexican Design

Secondo appuntamento con Ciudad de Mexico/CDMX: continua il percorso triennale di avvicinamento a Città del Messico World Design Capital 2018 (iniziato con il numero speciale dello scorso anno) con il numero monografico United Mexican Design, con una tiratura speciale spagnolo/inglese.

A introdurre la monografia 2017 è ancora la voce istituzionale di Miguel Ángel Mancera Espinosa, jefe de Gobierno della capitale, che sottolinea l’estrema dinamicità del territorio messicano in termini di progettualità e di accoglienza.

A testimoniare la matura visione del panorama architettonico, le riflessioni di Rojkind Arquitectos sul tema dei luoghi di aggregazione; quelle di Ten Arquitectos sugli spazi per la cultura; le ricerche dello studio Legorreta nel campo dell’architettura collettiva; le attenzioni di Sordo Madaleno Arquitectos alle trame di facciata chiamate a definire nuove immagini urbane; l’elogio del vuoto e della materia impiegata in texture costruttive negli interventi di Mauricio Rocha e Gabriela Carrillo; le interpretazioni di Alberto Kalach nell’adesione alle istanze della natura, intesa come materiale vivente e chiave di benessere psico-fisico. E, ancora, il rapporto simbiotico che Luis Artur Garcia instaura tra architettura e paesaggio. A raccontare, di contro, il cuore italiano in Messico sono due architetture di fabbrica progettate dallo studio Caruso-Torricella e le esclusive ville sull’acqua dell’hotel-resort Mar Adentro a San José del Cabo, in Bassa California.

Cambiando registro, ma sempre nell’ottica di una lettura tra innesti di differenti culture del design, spaziamo da un osservatorio sui movimenti di ricerca più visionari a quello sull’autoproduzione che trova importanti riferimenti nei lavori di Hector Esrawe e Alejandro Castro.

Dello stato del progetto in Messico, tra essenzialità e astrattismo da un lato ed esuberanza espressiva dall’altro, ne parlano la critica Ana Elena Mallet, Laura Noriega in un’analisi del suo rapporto con l’artigianato; e Matteo Ragni con Gonzalez Cabrero in un dialettico incontro maestro e allievo.