Da Venezia a New York

Venezia vs New York. In occasione di due importanti appuntamenti, la 16ma Mostra Internazionale di Architettura della Biennale di Venezia e la Design Week di New York, il nostro Grand Tour del mese esplora il dialogo tra le due città.

Le architetture di Michael Gabellini, Diller Scofidio + Renfro, Laura de Santillana con vocazione privata, pubblica o artistica, ci illustrano come New York, simbolo di avanguardia e innovazione, non sia così lontana da Venezia, porta verso l’Oriente, ma anche città di riferimento per la più nobile cultura del progetto del nostro Paese. Quella che, ad altre latitudini, informa i lavori di William Sawaya e Matteo Thun.

Altri pezzi forti del numero? L’intervista a Shelley McNamara e Yvonne Farrell dello studio Grafton che ci stimolano a riflettere sulla visione del loro Freespace, uno spazio di qualità, uno spazio sociale, il tema della Biennale di cui sono curatrici.

A seguire, il viaggio fisico e concettuale, intrapreso da giovani designer di diversa origine e formazione, che, nelle gallerie di New York, trova il suo naturale approdo. Come contraltare, gli articoli incentrati sui designer attivi sul territorio di Venezia e dintorni. Non soltanto quelli che si sono formati tra le sue calli, ma anche protagonisti, quali Philippe Starck e Peter Marino, che alla città dedicano progetti, ricambiando un luogo fonte di perenne ispirazione.

E, nel racconto di un orgoglio del Nordest italiano, non poteva mancare una panoramica sulle luci che rileggono la tradizione manifatturiera del vetro soffiato a mano attraverso il design e le nuove tecnologie, rendendo competitivo un distretto produttivo dalla storia antica.