INTERNI. The Magazine of Interiors and Contemporary Design

Now Reading:
A Hong Kong “Italy Makes a Difference”
Archivio: News Nativa

A Hong Kong “Italy Makes a Difference”

Il nostro Paese è l’ospite d’onore alla prossima Business of Design Week, che si terrà a Hong Kong dal 4 al 9 dicembre 2017: i più celebri nomi del progetto italiano, tra architettura e design, saliranno sul palco per confrontarsi sui nuovi scenari della creatività e sui riflessi nel business
Data Pubblicazione: 6 November 2017

La BoDWBusiness of Design Week – di Hong Kong è un evento annuale organizzato dall’Hong Kong Design Centre (HKDC) sin dal 2002. Una kermesse lunga un’intera settimana, nel mese di dicembre, durante la quale nella metropoli asiatica salgono sul palco le personalità di riferimento per la creatività a livello internazionale, in particolare nel campo del design e dell’architettura. Il focus degli interventi, nello spirito della manifestazione, è puntato sull’innovazione nel progetto e sul rapporto tra creatività e business.

L’edizione 2017, che inaugurerà il prossimo 4 dicembre, avrà come protagonista l’Italia, a dieci anni di distanza dalla prima edizione dedicata al nostro Paese, nel 2007. Con un titolo significativo, Italy makes a difference, la Business of Design Week 2017 si prepara a esplorare il mondo della creatività italiana attraverso relatori di alto profilo, che racconteranno progetti, intuizioni e realizzazioni di successo.

Come Massimiliano e Doriana Fuksas, alla guida dello Studio Fuksas, uno dei più celebri al mondo, che ha firmato oltre 600 progetti in Europa, Africa, America, Asia e Australia, tra cui l’aeroporto internazionale di Shenzhen e i nuovi Archivi nazionali di Francia; o come Marco Balich, a capo dell’agenzia che ha creato le spettacolari cerimonie dei giochi olimpici di Rio e l’Albero della Vita all’Expo di Milano nel 2015.

Tra i convocati, anche Michele De Lucchi, Mario Cucinella, Paola Navone, Alberto Meda con il figlio Francesco, Odoardo Fioravanti, Jacopo Foggini, Mario Trimarchi. È previsto un intervento anche di Gilda Bojardi, direttore di Interni, che illustrerà la nascita del fenomeno del FuoriSalone di Milano e il progetto della grande mostra Interni House in Motion in programma per l’edizione di aprile 2018.

 

Previous Next
Now Reading:
Architect@Work Milano 2017
Archivio: News Nativa

Architect@Work Milano 2017

La quarta edizione il 29 e 30 novembre al MiCo
Viale Scarampo (tra il Gate 4 e il Gate 5) – Milano – orario 13,00/20,00
Data Pubblicazione: 25 October 2017

2017-atw-milan-banner-it-new_27-4-2017_13_44_53

 

200 espositori, oltre 400 prodotti innovativi, un ricco programma di seminari: ARCHITECT@WORK torna al MiCo – Milano Congressi il 29 e 30 novembre, per offrire agli addetti ai lavori un prestigioso salotto per l’architettura in cui dibattere il tema “Acqua e architettura”.

Ricco il programma degli eventi, tra cui seminari e dibattiti con crediti formativi professionali, moderati dall’architetto Elviro Di Meo.

Mercoledì 29 novembre

Ore 13:30 Il progetto dei Bagni Misteriosi (4 CFP) Architetto Nicola Russi e architetto Angelica Sylos Labini, Studio Laboratorio Permanente, insieme a architetto Giovanna Latis, Studio aMDL architetto Michele De Lucchi

Ore 17:00 H2OS (3 CFP) TAMassociati

Giovedì 30 novembre

Ore 13:30 La nuova Darsena di Milano (4 CFP) Architetto Sandro Rossi, Studio Rossi Vielmi (autore del progetto con Edoardo Guazzoni e Paolo Rizzatto)

Ore 17:00 Jellyfish Barge (3 CFP) Architetto Antonio Girardi, Studiomobile

Inoltre, la mostra Matière Grise a cura di Pavillon de l’Arsenal (Parigi); l’esposizione Acqua, architettura e materiali di OFARCH e DDN, a cura dell’architetto Arianna Callocchia; Arte a cura dell’artista belga William Sweetlove.

Per partecipare, registrarsi sul sito www.architectatwork.it

Per visitare ARCHITECT@WORK Milano: codice 5330

L’evento ha il sostegno dell’Ordine degli Architetti di Milano.

Previous Next
Now Reading:
Con gli specchi Ypperlig gli accessori diventano i protagonisti di casa
Archivio: News Nativa

Con gli specchi Ypperlig gli accessori diventano i protagonisti di casa

Calda e resistente, anche l'oggettistica della collezione Ypperlig conquista. Mette Hay si lascia ispirare dai trend e dalla moda, ma quello che nasce è un prodotto intramontabile
Data Pubblicazione: 4 October 2017

“Viviamo in un’epoca in cui è importante la condivisione delle esperienze e in futuro si punterà molto sulle collaborazioni. L’importante è scegliere quelle giuste, dove entrambe le parti danno il proprio contributo”. È proprio questa consapevolezza che ha spinto Hay, azienda di design danese fondata da Mette e Rolf Hay, e IKEA, il brand d’arredamento tra i più famosi al mondo, a unirsi per creare una collezione che facesse combaciare due mondi.

La collaborazione è stata proficua: all’attivo una collezione di prodotti d’uso quotidiano, funzionali, intelligenti e belli, e un’esperienza da ricordare. I coniugi e designer Mette e Rolf Hay hanno imparato a semplificare ancor di più ciò che è complesso e a trovare soluzioni accessibili a tutti, IKEA ha guadagnato la collezione Ypperlig, che rappresenta la bellezza e la funzionalità nella quotidianità delle piccole cose. Forse non è un caso che Hay faccia rima con “day”.

Rolf si è occupato dei mobili di grandi dimensioni, Mette invece proprio dei piccoli complementi d’arredo, quelli che catturano l’attenzione. Ha curato la parte dei tessili, dalle federe lavabili double face dei cuscini ai plaid con rifinitura antipilling, ha ideato scatole in alluminio con un coperchio “sempre aperto”, ha rinnovato i classici porta candele IKEA, e anche l’iconica borsa, che nelle mani di Mette ha abbandonato il classico blu per tingersi di colori trendy. Gli accessori Ypperlig animano la casa di emozioni.

Uno degli accessori più cool realizzati da Mette sono gli specchi, accessori in grado di rivelare l’anima di una persona quanto quella di una casa. Ideati in alluminio in tre dimensioni e colori (bianco, rosso scuro e verde), dalle forme tondeggianti, sono perfetti per ogni angolo e posizione. Possono essere posti all’ingresso o in un angolo del living, dentro la cabina armadio, oppure in bagno: sono testati per resistere all’umidità. L’idea di Mette? Aumentare lo spessore e realizzare una piccola mensola per appoggiare chiavi, cartoline, cosmetici e gioielli. Funzionale e pratico.

Scopri tutta la collezione Ypperlig: uno stile inconfondibile.

Previous Next
Now Reading:
Trova il tuo spirito creativo negli scaffali 
Archivio: News Nativa

Trova il tuo spirito creativo negli scaffali 

Il legno è sempre tra i materiali preferiti di IKEA e nell'incontro con un designer come Rolf Hay, le sue caratteristiche si esaltano ancora di più. La collezione Ypperlig è semplice e funzionale, ma calda e accogliente come tutti i prodotti IKEA
Data Pubblicazione: 4 October 2017

Dare spazio alla vita è uno dei claim che da sempre caratterizza IKEA, il colosso dell’arredamento svedese, che lo fa non solo progettando soluzioni innovative per ogni ambiente, ma anche scegliendo materiali vivi come il legno, che cambia con il tempo, invecchia e riempie ogni casa del suo calore.

Ma se il legno si accompagna a materiali più freddi come l’acciaio, l’insieme crea un mood dinamico e funzionale. È proprio questa funzionalità che IKEA e Rolf Hay avevano in mente quando hanno deciso di unirsi in partnership per la realizzazione di una nuova collezione. Creare qualcosa di unico che sia caldo, efficiente e bello proprio nel suo uso quotidiano. Rolf Hay, fondatore dell’omonima azienda danese di design insieme alla moglie Mette, ha voluto ideare per IKEA articoli che sfidano il tempo, caratterizzati da uno stile indiscutibile.

Così è nata Ypperlig, una collezione che comprende sedie monoblocco, lampade a led sottilissime, divani in stile nordico perfetti anche per dormire, tavoli e tavolini, panche e specchi. Ogni cosa è studiata per essere semplice, ma esteticamente appealing. Anche gli scaffali ideati da Hay, in betulla e acciaio con rivestimento in polvere, sono studiati seguendo queste linee guida. Ogni scaffale è unico in una casa, poiché ogni persona lo riempie di quel che è, della sua personalità, dei suoi hobby o dei suoi ricordi. Libri, fotografie, scatole e oggetti che si amano. Lo scaffale prende vita dagli oggetti che ospita, per questo deve avere un design minimal: protagoniste sono le piccole cose della vita.

Gli scaffali proposti dalla collezione Ypperlig sono tre, di cui due capienti e di dimensioni importanti: una versione a tre ripiani alta 90 cm e una a cinque alta 166 cm. Uno dei preferiti della collezione è lo scaffale da parete strutturato come un quadro di Mondrian, che propone spazi di diverse dimensioni: un ponte tra arte e design. Lo spessore è così ristretto da farlo assomigliare veramente a un quadro. L’idea in più? I quattro tiranti che tagliano orizzontalmente lo scaffale per impedire agli oggetti di cadere. Una soluzione intelligente e contemporanea.

Proprio nello spirito della collezione, come asserisce Mette Hay: “Non volevamo limitarci a un’operazione di marketing, ma creare qualcosa che fosse realmente utile, ben fatto e di stile. Un prodotto di qualità, realizzato da IKEA con l’inconfondibile tocco di Hay”,

Scopri tutta la collezione Ypperlig, più stile ai tuoi spazi.

Previous Next