È il 1954 quando nasce l’avventura di Colnago. È l’incontro con Fiorenzo Magni, il terzo incomodo tra Fausto Coppi e Gino Bartali, a portare il giovane Ernesto Colnago nel mondo delle corse. Sono gli anni del ciclismo eroico e sono gli anni in cui Ernesto viaggia, impara, conosce e acquisisce un bagaglio di conoscenze unico. La fantasia e l’intuizione cominciano a fondersi con lo scrupolo e l’attenzione imprenditoriale.

La vicinanza con campioni come Fiorenzo Magni, Eddy Merckx e Giuseppe Saronni portano Colnago a inventare, intuire novità a cui nessuno aveva mai pensato prima e a vincere. Diventano numerosi i successi che tra gli anni 60 e 80 ottengono le biciclette Colnago. Nel 1970 la vittoria di Michele Dancelli alla Milano-Sanremo porta Ernesto Colnago ad adottare l’asso di fiori come stemma dell’azienda.

Nel 1986 nasce la collaborazione con Ferrari, partnership che per 30 anni fonde idee, tecnologia e arte. Il genio creativo e l’evoluzione tecnologica dei due storici brand portano Colnago nel futuro. Negli anni 90 questo sviluppo tecnologico porterà a numerosi successi grazie alla partnership con il team Mapei.