Moschino a Parigi

Moschino apre un nuovo flagship store nel cuore della capitale francese, in rue Saint-Honoré, all’interno di un imponente edificio in pierre de Paris di fine ‘700 che il direttore creativo Jeremy Scott ha voluto trasformare in un percorso espositivo ispirato alle gallerie d’arte contemporanee.

Il nuovo store concept – ideato dall’architetto Fabio Ferrillo, fondatore dello studio d’architettura OFF Arch – si sviluppa su una superficie di 270 metri quadri suddivisi su due livelli collegati, visivamente, attraverso un’apertura a doppia altezza e da un’imponente scala curvilinea.

L’ingresso con vetrina su strada proietta subito il visitatore in un’esperienza emozionale scandita dai riflessi naturali delle superfici e dall’illuminazione inedita.

Le pareti realizzate in una raffinata finitura cementizia circondano la pavimentazione in terrazzo all’italiana, accogliendo un sistema articolato di pannelli in resina traslucida dai toni delicati, organizzato per disporre in modo flessibile e dinamico mensole rimovibili in acciaio satinato e vari elementi.

Gli interventi in granito rosa, gli elementi in plexiglass e le finiture delle ringhiere bronzate contribuiscono a rendere l’atmosfera sofisticata.

Tra gli arredi, interamente customizzati, i cabinet display in acciaio, le consolle espositive in cemento e resina colorata e i divani modulari in pelle nera matelassé.

Al piano superiore, accanto alla balconata, una private lounge e due fitting room sono personalizzate da tappeti preziosi di una delicata tinta azzurra e da specchi orientabili incorniciati da una linea di luce sottile.

Inaspettati oggetti out of scale si inseriscono nello spazio come vere e proprie opere d’arte che rimandano all’immaginario e all’iconografia della maison. Come la borsa riprodotta in una versione inedita, smaterializzata in una sagoma traslucida e ridefinita da sottili linee luminose.