La (sfaccettata) boutique Claus Porto di New York
 La (sfaccettata) boutique newyorkese Claus Porto, situata in un edificio del 1800 al 230 di Elizabeth Street, è stata progettata Jeremy Barbour dello studio Tacklebox Architecture: il suo interior design sorprendente rende omaggio all’architettura e all’artigianato portoghese.

L’architettura del primo store internazionale dello storico brand portoghese di fragranze e saponi si distingue per l’arco lungo 42 metri interamente realizzato in sughero portoghese che, come un portale, introduce nello spazio e attraversa l’ambiente. Incisa con un motivo diamantato che ricorda la facciata piastrellata della storica Casa dos Bicos a Lisbona, la dinamica struttura in sughero rimanda all’architettura e alle intricate opere in azulejo della stazione ferroviaria di São Bento a Porto, costruita nel 1887, l’anno in cui è stato fondato il marchio. All’interno della struttura sono state ricavate eleganti alcove e nicchie che espongono la collezione completa degli esclusivi prodotti Claus Porto.

Un lavabo monolitico, ricavato da un unico blocco di marmo di Estremoz, si staglia al centro dell’arco. Rimando a un’iconica fonte battesimale, vuole celebrare il rituale della pulizia quotidiana.

Lo spazio è arredato con manufatti e oggetti d’antiquariato che rimandano alla gloriosa storia del brand di bequty: dalle fotografie del fondatore e della prima fabbrica, al packaging originale, ai flaconi Art Deco fino al certificato che attesta la medaglia d’oro vinta all’Esposizione Universale del 1904 a St. Louis, tutto evoca le radici creative di Claus Porto.