cc-tapis a Milano

Il nuovo showroom di cc-tapis, situato in piazza Santo Stefano 10, è esteso su circa 400 metri quadrati, distribuiti su due livelli.

 

Al piano superiore lo spazio è caratterizzato da un’imponente portone d’ingresso di 4 metri d’altezza piano strada che apre direttamente sulle due principali zone espositive divise da un grande arco.

Un’ulteriore stanza espositiva si affaccia alla sinistra dell’ingresso, mentre un porta a vetri sulla destra porta alla zona uffici.

Il piano interrato porta all’ultima stanza espositiva, la più intima.

 

Concetto guida del progetto è la neutralità della scatola architettonica, il rigore nell’utilizzo dei materiali e delle texture che vanno ad integrarsi con il forte carattere dell’edificio.

Lo spazio è una continua contaminazione di richiami classici e mood post-industriale: archi, volte a botte, soffitti a cassettoni e velluti sono in continuo dialogo con lamiere, vetri (cristalli extralight), cementi grezzi ed elementi tecnici.

Il grigio è il colore che domina lo spazio, colore scelto per far risaltare tutte le cromie dei lati senza alterarne la percezione. I muri lasciati in intonaco grezzo fanno da passepartout a tutti i tappeti in esposizione.

Unico contrasto forte dello spazio il colore nero che, come un filtro, divide le diverse aree dello showroom.

seminterrato.

Il seminterrato, dal rigore ecclesiastico, che strizza l’occhio ai lavori di John Pawson, è rivestito e arredato totalmente in grey.

Gli arredi scelti sono disegnati dai maestri italiani, tra cui Gio Ponti, Cini Boeri, Michele De Lucchi.

In occasione dell’apertura del nuovo spazio in centro a Milano, la designer londinese Faye Toogood ha creato l’installazione e la collezione Inventory.
L’installazione mostra il punto iniziale della ricerca della designer per la collezione di tappeti.
Ispirata alla materioteca di Faye Toogood, Inventory pone al centro i tre elementi sui quali la collezione è focalizzata: reti, gomma e tela, insieme alle geometrie distintive, quali il cubo e la sfera.