Wine experience a Roma

La dimensione rustica e quella onirica. Le atmosfere da bottega raffinata e da antica champagneria. Interni diversi ma sempre d’autore.

Nasce a Roma dalla collaborazione consolidata fra lo studio di progettazione Strato e il gruppo Laurenzi Consulting specializzato in consulenza nel settore food&beverage, una nuova architettura per la wine experience, un modo di concepire le enoteche in maniera sartoriale, con grande cura dei dettagli.

Nell’Enoteca Bulzoni la cifra compositiva dominante è quella del rustico raffinato.

Strato ha trasformato una storica enoteca, inaugurata come emporio nel 1929 nel cuore dei Parioli, in un moderno wine bar.

Materiali e colori caldi – tavoli in rovere, parquet, pareti color vinaccia  connotano lo spazio e mettono in risalto la grande offerta di vini. L’antico bancone in legno con piano in marmo e una scala in cotto di recupero sono ulteriori richiami alla tradizione e al gusto delle champagnerie francesi d’antan.

Nella distribuzione degli spazi il ruolo del bancone è decisivo: elemento centrale non soltanto in senso architettonico, ma anche emotivo, perché è attorno alla mescita che Bulzoni ha costruito il suo rapporto con i Parioli e i loro abitanti, diventandone un punto di riferimento per quasi un secolo.      

Brylla, che si trova invece nel quartiere Trieste, si connota per il design contemporaneo. Già dal nome, che rimanda all’ebbrezza indotta dal bere, l’enoteca mette al centro più che il vino in sè la sua esperienza.

Il progetto creativo di interior ideato da Strato fa convivere due anime: quella conviviale, definita attraverso una sala centrale dal pavimento in cotto e con due banconi simmetrici di legno, e quella più intima ed elegante, dominata dal colore blu notte, con una parete che reca un disegno stellare dalla dimensione onirica.

Le trame e i materiali, i mobili in larice naturale e i ripiani in ferro grigio richiamano il mondo delle cantine. L’illuminazione tenue contribuisce a definire un’atmosfera sognante.