Daikin climatizza l’hotel diffuso Aquatio, nato da un’innovativa opera di recupero architettonico

Daikin Italy, filiale della multinazionale giapponese di sistemi di climatizzazione, riscaldamento e refrigerazione, ha contribuito al progetto di recupero architettonico e distributivo di un intero borgo nei pressi di Matera. 

Il progetto generale ed esecutivo guidato dall’architetto Cosimo Dell’Acqua ha il suo epicentro nell’Aquatio Cave Luxury Hotel & SPA, un albergo diffuso a 5 stelle costituito da 35 camere distribuite su 6 livelli che si collocano su un costone del rione Sasso Caveoso di Matera, nella contrada denominata Conche risalente al XIII secolo.

Il recupero architettonico è stato possibile anche grazie alla tecnologia VRV Daikin con recupero di calore utilizzata per climatizzare e rendere confortevoli gli ambienti dell’hotel, consentendo così alla comunità di Matera e agli ospiti di usufruire di un intero Borgo altrimenti destinato all’abbandono.

 

Un albergo diffuso in un contesto altamente vincolato come quello di Matera ha richiesto un attento lavoro da parte dei progettisti per provvedere alla climatizzazione degli ambienti. Sono state quindi scelte tecnologie che potessero essere integrate nell’architettura e che potessero rispondere alle diverse esigenze in tema di controllo dell’umidità e comfort ambientale.

I sistemi Daikin installati si contraddistinguono per tecnologia all’avanguardia e alta efficienza energetica, in grado di minimizzare i consumi energetici e l’impatto ambientale e di integrare gli impianti con fonti rinnovabili di energia in un contesto caratterizzato dall’assenza di spazi esterni.

Per minimizzare l’impatto estetico degli elementi dell’impianto di climatizzazione sono stati adottati degli schermi bianchi per l’alloggiamento di terminali dalle dimensioni ridotte, che ricordano nel colore il latte di calce con cui i materani sanificavano gli interni delle loro abitazioni-grotta. Gli schermi sono inoltre elementi funzionali alla distribuzione degli spazi e degli impianti, inseriti per evitare che le necessità tecniche intaccassero la superficie delle pareti e delle volte presenti nei locali prevalentemente scavati.

È stato scelto un sistema centralizzato ad espansione diretta VRV Daikin con tecnologia poco invasiva e ingombrante a recupero di calore con produzione integrata di acqua calda sanitaria costituita da un unico impianto per far fronte a tutte le esigenze termo/frigorifere della struttura, al fine di garantire l’indipendenza della modalità di funzionamento di ogni singolo locale.

 

Il video spiega l’intervento

 

gallery gallery
Il suggestivo centro benessere occupa il cuore più profondo della struttura, dove sono stati recuperati locali ipogei risalenti al IX secolo. Il vano grotta più grande ospita la piscina bordo sfioro, intonacata con tecniche tradizionali
gallery gallery
Il comfort all’interno delle camere e negli spazi comuni interni è garantito da un sofisticato sistema di climatizzazione con controllo computerizzato della umidità relativa e della temperatura
gallery gallery
Aquatio è un albergo diffuso: 35 camere che si collocano su un costone del rione Sasso Caveoso di Matera, nella contrada denominata Conche risalente al XIII secolo
gallery gallery
Una scultura plastica al centro della piscina nasconde la parte impiantistica
gallery gallery
Gli arredi sono bianchi e fluidi, senza spigoli. Gli schermi bianchi, che ricordano nel colore il latte di calce con cui i materani sanificavano gli interni delle loro abitazioni-grotta, sono elementi funzionali alla distribuzione degli spazi e all’alloggiamento di terminali d’impianti
gallery gallery
All’esterno gli elementi dell’impianto sono stati mascherati tramite vasi di piante o un’ampia botola coperta con palanche di legno recuperate dal cantiere e posta all’ingresso del ristorante che nasconde la presenza di un vano tecnico