INTERNI. The Magazine of Interiors and Contemporary Design

Now Reading:
Suggestioni e riflessi
Archivio: People

Suggestioni e riflessi

Una colata di pietra in Dalmata Antolini diviene elemento scala, dando vita a scorci di straordinaria bellezza
Data Pubblicazione: 20 April 2017

Un continuum materico che scivola come un’inarrestabile colata lavica: un’unica distesa di pietra Dalmata Antolini è protagonista dello spazio scala concepito dal designer Alessandro La Spada.

Le pedate e le alzate spariscono in un effetto fluido che ricompone la sequenza dei gradini creando uno spazio omogeneo e profondamente suggestivo.

Con la sua scura e compatta presenza, il Nero Assoluto scelto per le pareti che “incorniciano” la struttura conferisce un forte carattere allo spazio, aiutando a concentrare lo sguardo sull’elemento scala.

Lo specchio laterale ad altezza corrimano espande l’ambiente in larghezza moltiplicando il disegno, mentre le due pareti ad apertura e chiusura, con porte a specchio, allungano all’infinito l’elemento scala, grazie a un gioco di illusioni prospettiche.

Previous Next
Now Reading:
Colore, decorazione e alto artigianato italiano
Archivio: People

Colore, decorazione e alto artigianato italiano

Data Pubblicazione: 20 April 2017

Sergio Villa Mobilitaly è un atelier di sartorialità dell’arredamento con sede in Brianza.

Testimone di prim’ordine dell’Alto Artigianato Italiano, l’azienda si sviluppa intorno al saper fare del decoratore Sergio Villa.

Con una trentennale esperienza maturata nella sua bottega, Sergio Villa offre un prodotto di altissimo livello realizzato con la ricerca costante di sofisticate tecniche artigianali e di alta decorazione.

 

Sergio Villa Mobilitaly si ispira a una serie di valori imprescindibili tra cui il colore, che è un elemento fondamentale: tramite le combinazioni e gli abbinamenti dei colori prendono vita nuove forme e idee creative.

Nascono così pezzi unici senza tempo, caratterizzati da estrema cura per il dettaglio e precisione di esecuzione.

 

 

Previous Next
Now Reading:
Opera al Greige
Archivio: People

Opera al Greige

Una villa anni '70 sulle colline bresciane riacquista funzionalità e fascino attraverso un intervento di ristrutturazione totale

L'arte contemporanea - opere di Vanessa Beecroft, Hans-Peter Feldmann, Sheila Hicks - entra a far parte del progetto dello studio Claudia Pelizzari
Data Pubblicazione: 20 April 2017

L’approccio progettuale dello studio Claudia Pelizzari ha previsto la rilettura della planimetria, l’inserimento di impiantistiche di ultima generazione, fino all’ideazione dell’interior design, declinata in ogni suo minimo particolare tecnico, costruttivo e decorativo.

La villa di famiglia anni ’70, estesa su 490 metri quadrati, ha assunto così un’atmosfera è sofisticata e ricercata, in cui l’arte contemporanea entra a far parte quasi del progetto stesso, sottolineando la passione dei proprietari.

 

Ingresso, soggiorno, pranzo e cucina si fondono in un continuum che dilata gli spazi, grazie al rivestimento a parete, una boiserie color greige a grandi doghe orizzontali.

 

L’elemento divisorio è la porta a due ante scorrevoli, realizzata in vetro con tessuto metallico che separa il pranzo dalla cucina.

L’ingresso vede protagonista un setto in ottone acidato, bilanciato dall’utilizzo di legni esotici, ebano makassar a parete e jacaranda, per la consolle.

Il living, caratterizzato dalla doppia altezza per la presenza di un soppalco, è dominato dal mobile libreria e dal divano angolare in lino grigio. Una quinta museale grigio piombo fa da fondale ad una ribalta lombarda del XVII Secolo. Un’opera di Vanessa Beecroft sdrammatizza l’insieme.

 

Il progetto di lighting design sottolinea i particolari architettonici e valorizza i dettagli decorativi attraverso l’effetto wall washer, mentre faretti museali sottolineano le opere d’arte contemporanea.

Nei bagni, marmi scenografici si abbinano al legno eucalipto, all’ottone, al Corian nero.

 

Previous Next
Now Reading:
Marmi per il quartiere del lusso
Archivio: People

Marmi per il quartiere del lusso

Margraf per Scalo Milano City Style, il primo luxury retail village in Italia
Data Pubblicazione: 19 April 2017

Scalo Milano City Style è il nuovo distretto dello shopping della metropoli lombarda, progettato da Metrogramma, in collaborazione con Cotefa ingegneri&architetti, nel quale si incontrano le eccellenze del made in Italy: la moda, il buon cibo, l’arte e il design.

 

In questo particolare contesto, i marmi Margraf sono protagonisti negli spazi esterni.

Le piazze si trasformano in veri e propri salotti urbani, in cui la pavimentazione di 2200 mq in marmo Margraf, viene impreziosita da tre diverse tipologie di pietre che, come un tappeto, definiscono gli spazi e ridisegnano un nuovo rapporto tra elementi verticali e orizzontali, rendendo il sistema dell’intero complesso omogeneo e coerente.

Il Lipica Fiorito, il Rosso Asiago e il Grigio Carnico, resistenti al gelo, di spessore 6 cm, posati con modulo da 30 cm a correre, sono stati combinati per riproporre le sfumature delle facciate in contrasto con le superfici in autobloccante.

La particolare lavorazione fiammata garantisce un’elevata resistenza antiscivolo, oltre a donare delle tonalità di colore più morbido.

L’elevata qualità dei marmi Margraf, rispondendo perfettamente ai requisiti dello stile Scalo Milano, donano un aspetto d’insieme unico fortemente identificativo.

Previous Next