INTERNI. The Magazine of Interiors and Contemporary Design

Now Reading:
Sky Tower
Archivio: People

Sky Tower

La torre in legno a uso sportivo più alta d'Italia
Data Pubblicazione: 23 September 2016

Sky Tower è l’avveniristico nome della nuova torre del Breg Adventure Park di Breguzzo (Tn). Il progetto, realizzato dallo studio di architettura Archipaglia di Trento, è unico nel suo genere: con i suoi 20 metri di altezza, Sky Tower è la torre in legno ad uso sportivo più alta d’Italia.

La torre rappresenta un raro esemplare di struttura realizzata con pali al grezzo non stagionati: sono stati infatti utilizzati 3 enormi alberi di larice al naturale, privati dei rami e della corteccia, prelevati direttamente nel bosco del comune.

Gli altri elementi che compongono la torre, come la piattaforma e la scala, sono sempre in larice locale e hanno una pratica forma squadrata. Il legno protagonista della costruzione offre la garanzia di una struttura ecocompatibile, dotata di resistenza statica e sicurezza.

Autentico esempio di architettura organica localizzata nel bosco, questa torre è polifunzionale: ospita una parete di arrampicata a due vie, partenza con presine, proseguo su assi di larice e termine con l’emozionante scala a pioli in legno.

Previous Next
Now Reading:
Italia per le imprese
Archivio: People

Italia per le imprese

La tappa milanese del roadshow per l’internazionalizzazione di Ice-Agenzia
Data Pubblicazione: 22 September 2016

Le istituzioni pubbliche, le organizzazioni private delle imprese e i principali player della finanza hanno incontrato il 21 settembre le aziende sui temi dell’internazionalizzazione nel corso del roadshow Italia per le imprese promosso e sostenuto dal ministero dello Sviluppo Economico e organizzato da ICE-Agenzia in collaborazione con RetImpresa e Assolombarda Confindustria Milano Monza e Brianza, partner territoriale dell’evento.

Il format ha previsto una sessione plenaria con ospiti di rilievo del mondo istituzionale e finanziario (Michele Angelo Verna, Direttore Generale Assolombarda Confindustria Milano Monza e Brianza, Fabrizio Sala, Vicepresidente Regione Lombardia, Assessore alla Casa, Housing sociale, Expo 2015 e Internazionalizzazione delle Imprese, Ivan Scalfarotto, Sottosegretario Ministero dello Sviluppo Economico) che hanno illustrato gli strumenti e le strategie a sostegno delle imprese sui mercati globali, con focus particolare sulle reti di impresa.

A seguire, gli imprenditori hanno potuto incontrare i rappresentanti di tutte le organizzazioni presenti, tra cui: Ministero dello Sviluppo Economico, Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, SACE, SIMEST, ICE-Agenzia, RetImpresa, Confindustria, Unioncamere, Regione, Rete Imprese Italia, Alleanza delle Cooperative, oltre ai rappresentanti delle organizzazioni territoriali che collaborano all’iniziativa.

Ice-Agenzia lavora a fianco delle aziende italiane per garantire loro il più ampio successo sui mercati internazionali e incoraggia le imprese estere a guardare all’Italia come un affidabile partner globale. Inoltre, promuove l’internazionalizzazione, gli scambi e l’immagine del prodotto italiano nel mondo, in stretto raccordo con le imprese e tutti gli altri soggetti che operano sui mercati internazionali.

Le prossime tappe del roadshow saranno a: Cuneo (mercoledì 19 ottobre 2016), Bari (mercoledì 9 novembre 2016), Palermo (mercoledì 23 novembre 2016), Udine (mercoledì 14 dicembre 2016).

Previous Next
Now Reading:
Yacht M/Y Asya
Archivio: People

Yacht M/Y Asya

Rubinetteria e accessori Dornbracht a bordo di un superyacht
Data Pubblicazione: 22 September 2016

Dornbracht si sta sempre più affermando come brand di riferimento per il settore nautico: anche gli interni del superyacht M/Y Asya sono stati allestiti con la rubinetteria della serie Mem.

Particolarmente apprezzata per la sua grande competenza nella produzione di linee speciali, molto ricercate nell’universo degli yacht, l’azienda tedesca è da tempo partner, tra gli altri, dei cantieri Heesen Yachts.

 

Il design esterno dello yacht M/Y Asya è stato ideato da Frank Laupman, di Omega Architects, che ha arricchito le linee tradizionali di classica eleganza con un tocco contemporaneo. Il design degli interni, affidato allo studio di progettazione Bannenberg & Rowell Design.

Colori neutri e naturali predominano nei bagni: le striature del marmo si combinano a finiture verniciate, ai toni caldi dei legni, come il rovere e l’ebano Macassar. Le docce sono rivestite in pietra calcarea e corredate di rubinetteria Dornbracht della serie Mem, che si ritrova anche sui lavabi, integrata con eleganza nell’ambiente classico eppure moderno del lussuoso yacht.

Tutti gli interni dello yacht ricreano un’atmosfera esotica, chiaramente ispirata all’Estremo Oriente, con un mix di materiali che vede il rovere grigio argento oliato accostarsi alla vernice semilucida, alla seta e al bronzo. Il tono scuro dell’ebano Macassar si sposa con raffinato contrasto all’acciaio lucidato.

Il colore è usato con parsimonia, eppure con grande forza espressiva: nel salone sul ponte di coperta, varie tonalità di viola si rincorrono dal tappeto ai complementi d’arredo in tessuto e in vetro, completati da tocchi di arancione e verde. All’esterno, sul ponte, l’attenzione si focalizza su un elegante tavolo da pranzo fatto su misura, con piano in ebano Macassar.

 

Previous Next

 

 

Now Reading:
Studioart Leather Interiors X Anniversary
Archivio: People

Studioart Leather Interiors X Anniversary

Una nuova collezione per festeggiare i 10 anni dell'impresa specializzata nella produzione di pelli per la decorazione d’interni nata dall’intuizione creativa di Nadia e Gianfranco Dalle Mese

3 giovani designer hanno interpretato, sperimentato e ideato inediti rivestimenti murali in pregiati pellami
Data Pubblicazione: 21 September 2016

In occasione del decimo anniversario dalla fondazione, Studioart – azienda specializzata nella produzione di pareti in pelle e pelli per decorazione d’interni – ha presentato, con uno scenografico allestimento nella splendida  Villa Almerico Capra ‘la Rotondadi Andrea Palladio a Vicenza, una collezione esclusiva firmata da tre designer emergenti: Massimo Brancati di Studioart, Elaine Yan Ling Ng di The Fabrick LabGiorgia Zanellato.

 

Il risultato di questa collaborazione è una progettazione inedita di Leatherwall, la famiglia di rivestimenti murali in pregiati pellami che rapidamente ha portato Studioart ad essere conosciuta in tutto il mondo.

Il lavoro dei tre designer è un perfetto equilibrio tra la sapienza artigianale dell’azienda e ispirazioni contemporanee ricche di personalità dove la pelle, con grande versatilità, diventa assoluta protagonista del progetto di interior: pattern originali, palette di colori ricercate e texture uniche.

 

L’azienda ha aperto le porte ai progettisti, mettendo a loro disposizione il proprio know-how nel trattamento e nella lavorazione di pellami di qualità, grazie anche ad un reparto produttivo dove tecniche all’avanguardia e macchinari ad alta precisione incontrano il saper fare made in Italy.

I designer, dopo una attenta formazione, sono stati liberi di creare, sperimentare e interpretare, sempre sotto l’attenta guida della fondatrice Nadia Dalle Mese, che ha portato Studioart ad affermarsi rapidamente nel mondo dell’interior design.

 

“L’idea di rivestire le pareti con la pelle nasce 10 anni fa, in un momento di riflessione con mio fratello, nasce dalla voglia di tenere insieme il mondo dell’architettura, che fa parte della mia formazione personale, col mondo della pelle, che da 50 anni caratterizza la vita della mia famiglia – racconta Nadia Dalle Mese 
“Questi 10 anni di Studioart sono stati ricchi e impegnativi e festeggiarli significa ricordare come siamo partiti: dalla sfida tecnica della piccola tessera a mosaico per arrivare più recentemente ai grandi pannelli ricamati. Abbiamo esplorato stili più classici e formule più attuali e contemporanee.

Siamo passati dalle forme semplici quadrate e rettangolari ad aggregazioni di forme e colori sempre più complesse. Questa volta ci siamo spinti ancora più in là a modellare le superfici come bassorilievi, usando bombature parziali, contrapposte a parti piatte e ruvide oppure lucenti e metalliche.

Ogni nuova collezione nasce da un’ispirazione, un desiderio, una passione. Per festeggiare ho voluto aprire la nostra produzione e il nostro know-how a nuovi punti di vista, a queste giovani promesse, per misurarmi con me stessa, ma soprattutto per scoprire altre sensibilità e nuove interpretazioni del rivestimento in pelle. Il risultato è stato per me sorprendente e ispirazioni già solo accennate hanno preso improvvisamente forma e colore con l’entusiasmo dei giovani designer e di tutto il mio staff.
Le collezioni presentate – conclude Nadia Dalle Mese – hanno diverse caratteristiche, ma in tutte abbiamo spinto la ricerca e la tecnica di lavorazione un passo più avanti, lavorando quasi in simbiosi coi designer, a volte suggerendo l’idea, a volte mettendoci alla prova nelle richieste creative”.

 

Previous Next