Lampade in vetro soffiato Siru per le Yoo towers, progettate da Philippe Starck

Le Yoo towers si stagliano all’interno di un complesso residenziale ubicato nel quartiere di recente costruzione Park Tzameret di Tel Aviv.

Progettate da Philippe Starck in collaborazione con Habas Group e Moore Yaski Architects, le due torri, denominate Yoo Tel Aviv 1 e Yoo Tel Aviv 2, sono diventate simboli inconfondibili della città.

Costruite con materiali per l’edilizia di alta qualità, i grattacieli comprendono centri benessere, spa, saloni, cinema privat, una biblioteca. I 297 esclusivi appartamenti, uno diverso dall’altro, sono arredati secondo quattro stili connotati da altrettante finiture: Cultura, Minimal, Classico e Natura.

Per le abitazioni in stile naturale sono state scelte tre lampade in vetro soffiato dell’azienda italiana Siru che, sospese in un unico cluster ma a diversi livelli, arricchiscono gli spazi, in armonia con i materiali naturali e le tinte soft di finiture e arredi.

Le sospensioni Forme della collezione Glass di Siru, grazie alle differenti geometrie, volumi e colori (tortora satinato, blu avio satinato interno e verde oliva satinato interno), creano inediti giochi di luce.

Le soluzioni luminose, lavorate artigianalmente con l’antica tecnica della soffiatura del vetro di Murano, sono create grazie al recupero di stampi in disuso, considerati obsoleti, che danno vita ad oggetti ricercati, dall’effetto bi e tridimensionale.

La superficie, rivisitata dal punto di vista dei colori e delle texture, offre una nuova percezione del vetro, enfatizzandone le potenzialità espressive: un approccio che rispecchia la filosofia del progetto di Philippe Starck.