Nel cuore del centro storico della città universitaria di Oxford, la New Bodleian Library progettata negli anni 30 da sir Giles Gilbert Scott, è stata completamente ristrutturata e riaperta recentemente dopo quattro anni di lavori.

E’ complementare della Old Bodleian Library, la più grande biblioteca universitaria del paese aperta nel 1602 e situata di fronte. Tuttavia, grazie al nuovo look, la New Bodleian si è emancipata e ha conquistato un’identità propria sotto il nuovo nome di Weston Library.

L’obiettivo dell’intervento di ristrutturazione articolato e complesso dello studio londinese WilkinsonEyre ha seguito tre linee guida: modernizzare la struttura per agevolare le attività dei lettori e ricercatori, migliorare le condizioni di conservazione della vasta collezione di libri; aprire la biblioteca verso l’esterno. Il tutto senza compromettere il carattere storico del palazzo.

La biblioteca è diventata uno spazio accogliente dal design ispirato e funzionale, dove consultare libri e fare ricerche accademiche ma anche visitare mostre, prendere un caffè, fare degli acquisti.

Invitare il pubblico a entrare nella biblioteca che per tanti anni, era stata invece completamente rinchiusa su stessa, è stato un intento prioritario dell’architetto Jim Eyre (WilkinsonEyre) che ha diretto il progetto.

Per raggiungere l’obiettivo, l’entrata dalla strada è stata completamente ripensata. Tutta la facciata sud dell’edificio è stata ridisegnata: le finestre e i panelli tra i pilastri esistenti sono stati soppressi per fare posto ad un entrata con colonne aperta direttamente su una serie di gradini e una rampa integrata dando accesso diretto alla strada.

Cosi si è creata una nuova relazione tra Broad street e la Weston Library e un’estensione naturale verso la nuova grande hall di ingresso del piano terra che è un invito ad appropriarsi l’edificio per il pubblico.

Per le grandi porte del nuovo ingresso centrale a colonne, è stato scelto il sistema EBE 65 di Secco Sistemi in ottone, materiale nobile, elegante e resistente che si abbina con l’edificio storico. Inoltre snellezza dei profili e altissime performance prestazionali ne fanno il sistema ideale per un edificio bello e ecosostenibile.