INTERNI. The Magazine of Interiors and Contemporary Design

Now Reading:
Riqualificazione riuscita
Archivio: People

Riqualificazione riuscita

Iotti + Pavarani Architetti vince il concorso per il recupero della ex sede Aci di Reggio Emilia
Data Pubblicazione: 20 March 2017

L’intervento coinvolge una porzione del tessuto storico della città, ricca di memorie e preesistenze. Affacciato su via Angelo Secchi e sul piazzale posteriore adibito a parcheggio di proprietà dell’ente, si trova l’edificio realizzato nel 1973 dall’architetto Gianni Boeri per l’originaria sede dell’Automobile Club.

Il concorso prevedeva il recupero funzionale e tecnico di questo immobile, la realizzazione di un nuovo edificio in continuità (in sostituzione di due fabbricati da demolire) e la riqualificazione del piazzale.

Una importante opportunità di rinnovamento urbano che Iotti + Paravani hanno immaginato come un intervento organico e unitario, capace di coinvolgere l’intera area insistendo sulla valorizzazione degli spazi aperti.

Previous Next
Now Reading:
Rassegna Architettura Arco Alpino 2016
Archivio: People

Rassegna Architettura Arco Alpino 2016

Quattro i vincitori della prima edizione
Data Pubblicazione: 20 March 2017

46 progetti (realizzati) partecipanti, 22 i finalisti in rassegna individuati dalla giuria internazionale (Bernardo Bader, Austria, Sebastiano Brandolini, Italia e Quintus Miller Svizzera), che nella serata del 17 marzo ha proclamato i 4 vincitori della prima rassegna delle migliori architetture alpine italiane indetta dall’associazione Architetti Arco Alpino.

La premiazione è avvenuta contemporaneamente in nove sedi distinte lungo l’arco alpino (da Cuneo a Udine, passando per Aosta, Belluno, Bolzano, Sondrio, Torino, Trento e Verbania).

I progetti vincitori sono: recupero della Borgata Paraloup (Valle Stura, Cuneo) a cura degli architetti Dario Castelli, Valeria Cottino, Giovanni Barberis, professor Daniele Regis; capanno Wood and the Dog (Paesana, Cuneo) a cura di StudioErrante Architetture; recupero della piazza dell’Abbazia di Novacella (Bolzano) a cura di Markus Scherer Architekt; complesso residenziale ad Appiano (Bolzano) a cura di Feld72 Architekten.

Le opere scelte privilegiano la linearità alla complessità, il ragionamento al formalismo, la qualità costruttiva all’appariscenza. Certe opere sono assai piccole, ma altrettanto precise. Tutte cercano il dialogo costruttivo con lo straordinario paesaggio alpino (che riguarda sia la natura che la cultura), preferendo sempre il coraggio alla timidezza.

Previous Next
Now Reading:
Casa Flora
Archivio: People

Casa Flora

Una grande casa nel cuore di Venezia

Opening 23 marzo
Data Pubblicazione: 20 March 2017

Un appartamento pensato per Venezia e sentirsi veneziani.

Uno spazio dal design esclusivo, made in Italy, realizzato su misura in ogni suo elemento, che accoglie i viaggiatori con i comfort di un boutique hotel, ma al contempo con l’indipendenza della propria casa.

Nasce così Casa Flora, ambizioso progetto di accoglienza di Gioele Romanelli, hotelier da tre generazioni e proprietario di Hotel Flora, realizzato in partnership con Diego Paccagnella, direttore creativo e fondatore di Design-Apart.

 

L’architettura e gli interni del palazzo tipico veneziano incontrano il meglio del design artigianale e manifatturiero italiano.

Più di 20 le aziende coinvolte, tra cui Antrax, Arbi, Cea, Ceramica Flaminia, Elica, .exnovo, Rubelli, Salviati, TM Italia, Xilia, che hanno creato pezzi unici.

 

La porta d’ingresso si apre sul piano nobile, completamente ripensato: luce ovunque che modella lo spazio, grandi finestre, tre portali che collegano gli ambienti della zona giorno rendendo lo spazio fluido e morbido.

È l’ambiente sociale della casa, pensato per essere condiviso che diventa all’occorrenza sala meeting.

 

Elemento distintivo di Casa Flora, richiamato fin dal suo nome, è l’aspetto naturale che pervade le stanze e gli ambienti. I colori della laguna, rosa, verde, giallo e blu diventano i colori delle camere da letto, con tappezzerie in nuance.

Ogni camera ha il suo angolo dedicato al benessere: un’area spa con hammam, all’interno di un’ampia sala da bagno.

 

Le pareti divisorie tra zona notte e bagno riprendono i vecchi serramenti delle serre.

Molti sono gli elementi tipici veneziani rivisitati per Casa Flora dall’architetto Matteo Ghidoni di Salottobuono e dall’interior designer Laura Sari di Reveria: dalla graniglia con cui sono realizzati i lavandini reinterpretati in chiave attuale, alla pietra verde con cui è realizzato il top della cucina che riprende i vecchi interni delle case lagunari.

 

Quello che si vede e si tocca nella casa può essere poi acquistato online a partire dal 23 marzo.

Casa Flora propone infatti una selezione di oggetti speciali, creati dai migliori artigiani che lavorano a Venezia e dintorni e dai designer coinvolti nel progetto.

 

Previous Next
Now Reading:
Illy per i papà
Archivio: People

Illy per i papà

illy celebra la festa del papà con X1 Anniversary e X9 Iperespresso
Data Pubblicazione: 17 March 2017

Disegnata da Luca Trazzi e disponibile in quattro versioni, X1 Anniversary è la macchina da caffè dalle linee morbide e affusolate, evoluzione dello storico modello X1 ispirata al design italiano anni 60/70. introduce la doppia modalità di caffè espresso e caffè all’americana, si arricchisce di dettagli e si distingue per il termometro con il logo illy del 1935 in stile “Illetta” che la rende un oggetto da collezione.

Una sagoma ellittica in alluminio cromato racchiude tutta l’esperienza e la tecnologia illy: X9 Iperespresso è la macchina da caffè dalle linee essenziali per chi ama novità e design ultra moderno. Dotata di sistema di controllo touch, alloggiamento superiore per mantenere al caldo le tazzine e serbatoio d’acqua a estrazione frontale rabboccabile anche durante l’erogazione.

Previous Next