Design ed ecocompatibilità

Design e saper fare artigianale, industrializzazione ed ecosostenibilità.

Su questi quattro pilastri si definisce la mission di Ridea, il brand di Radiatori 2000 che fa parte del gruppo industriale Fecs guidato da Olivo Foglieni. Un’eccellenza del made in Italy che ha saputo interpretare i valori dell’economia circolare, applicandoli concretamente all’ambito dei termoarredi.

 

Studiate nelle linee, nelle finiture e nelle soluzioni, le collezioni Ridea presentano veri e propri elementi d’arredo che valorizzano gli ambienti, rispondendo anche a esigenze di ecocompatibilità: dalla realizzazione dei termoarredi in alluminio riciclato all’elettrificazione degli stessi.

 

Una profonda cultura sostenibile è ciò che ha messo in atto il gruppo Fecs con i suoi brand, realizzando collezioni di radiatori in alluminio in cui la materia prima, riciclabile al 100%, garantisce la migliore resa termica poiché consente di raggiungere velocemente le condizioni ottimali di calore, con un dispendio energetico minimo.

 

Oggi, Fecs intraprende una nuova sfida nell’ambito della sostenibilità ambientale dopo l’acquisizione di Underleaf, l’azienda di riferimento nel settore dell’elettrificazione dei termoarredi.

Una vera innovazione nel settore del riscaldamento è la tecnologia brevettata Liquid Stone che utilizza polveri di marmo riciclate e amalgamante grazie a un processo ecosostenibile a bassissime emissioni di CO2.

I radiatori dotati di questo brevetto sono in grado di riscaldarsi uniformemente per garantire un rendimento termico a elevata efficienza.