Oltre 1000 metri quadri di area dedicata alla vendita – oltre 1500 vini, più di 1500 spiriti e più di 350 birre – salottocaveau, scuola di bartending, sala degustazione di vino e food, due sale conferenza e un capiente parcheggio, FerroWine va al di là del tradizionale spazio vendita.

Si tratta di un luogo versatile, un ambiente da vivere, per incontri, scambi, socializzazione, un laboratorio di esperienze sensoriali per conoscere nuovi sapori e nuovi prodotti. FerroWine offre anche formazione, grazie allo staff interamente composto da sommelier professionisti.

Il progetto di Luca FantonAntonio Frasson e Bernardino Baesso, richiama il format biblioteca, con gli scaffali che ospitano le bottiglie proprio come dei libri, in un mix tra rigorose geometrie e il calore del legno. Di particolare impatto scenico la scala a chiocciola che conduce al ballatoio e le grandi lampade che pendono dal soffitto.

All’esterno, ordinati volumi, scanditi da colonne e alleggeriti da ampie parti vetrate, sono enfatizzati al calare del buio dalle luci provenienti dall’interno.

Un ruolo da protagonista dell’intera realizzazione è il fattore luce, componente costitutiva del progetto architettonico.

Per questo sono state scelte le soluzioni illuminotecniche di Linea Light Group, sintesi di tecnologia evoluta (led), alto contenuto di design, sostenibilità ambientale e versatilità funzionale.

I prodotti utilizzati appartengono quasi tutti della collezione i-Lèd, mentre un paio sono della famiglia Tràddel.