Light office

Il progetto di interior design firmato Degw rispecchia i valori di Microsoft: apertura, visibilità, flessibilità, energia, dinamismo e innovazione.

Il progetto nel dettaglio a questo link http://www.internimagazine.it/news/showroom/new-world-of-work/?

 

L’interior design è votato alla valorizzazione delle eccellenze del made in Italy.

Tra queste anche Lapalma, azienda specializzata negli arredi per la casa e per il contract, che da diversi anni porta avanti una approfondita ricerca attorno al cosiddetto light office.

Un’indagine sui nuovi scenari progettuali per l’ufficio che dialoga perfettamente con il nuovo modello di lavoro sostenuto da Microsoft.

Dall’home-office all’office-home, la parola d’ordine per Lapalma è oggi più che mai integrazione: la progettazione abbandona la dimensione individuale per orientarsi su scenari improntati alla collettività.

Dalle postazioni singole si passa a veri e propri sistemi con proposte flessibili e modulari in grado di integrarsi all’architettura esistente.

L’ambiente ufficio è pensato per la condivisione, l’incontro, il relax e il team-working. E richiede spazi improntati alla dinamicità.

 

Per la Microsoft House di Milano sono stati scelti: il sistema versatile di sedute componibili Add firmato da Francesco Rota, lo sgabello Miunn, design Karri Monni, il tavolo sistemico Fork disegnato da Tomoya Tabuchi e i tavolini, Brio e Yo, entrambi firmati da Romano Marcato.