INTERNI. The Magazine of Interiors and Contemporary Design

Now Reading:
Casa de Madera
Archivio: People

Casa de Madera

Un'abitazione prefabbricata a basso consumo energetico e dal futuro sostenibile
Data Pubblicazione: 17 July 2017

Immerso nella natura e progettato in maniera sostenibile da Pablo Serrano di DOM Arquitectura, l’edificio prefabbricato rappresenta un intervento pionieristico.

 

Grazie alla loro sostenibilità, al basso consumo energetico, e non ultimo ai costi ridotti, le case prefabbricate riscuotono grande consenso.

Per l’architetto Serrano, Casa de Madera rappresenta un progetto pilota, poiché in Spagna il prefabbricato non è ancora molto diffuso.

Il risultato è un loft contemporaneo situato nei dintorni di San Cugat (Barcellona), che costituisce un modello di costruzione prefabbricata a basso consumo energetico ed ecologica.

 

Il legno è il materiale fondamentale, soprattutto per le eccellenti proprietà termiche.

Per la facciata, Serrano ha utilizzato l’abete, per gli interni il pino. Tutto il legno proviene dai Pirenei catalani.

I materiali da costruzione sono stati reperiti nelle immediate vicinanze per ridurre le distanze dei trasporti. Inoltre, tutte le materie prime sono riciclabili.

 

Anche l’orientamento e il posizionamento finale sono stati progettati con precisione, allo scopo di utilizzare al massimo le condizioni ambientali esistenti, di interferire al minimo sui dintorni naturali limitando il consumo energetico, e di sfruttare le proprietà termiche.

 

Anche l’arredo è stato scelto pensando alla sostenibilità.

Il design è durevole e senza tempo, come il lavabo Scola di Duravit, progettato negli anni ’60.

Grazie al legno onnipresente, il bagno volutamente essenziale trasmette una sensazione piacevolmente calda in una costruzione moderno.

 

Previous Next
Now Reading:
Un pic-nic sui tetti di Milano
Archivio: People

Un pic-nic sui tetti di Milano

Piuarch lo immagina sopra piazza Gae Aulenti
Data Pubblicazione: 17 July 2017

Piuarch celebra lo spirito dinamico del capoluogo meneghino con un concept visionario per la copertura del Porta Nuova Building, progettato dallo studio milanese a seguito di un concorso e completato nel 2013.

 

La forma sinuosa del complesso per uffici e attività commerciali, si arricchisce infatti di un’idea che asseconda perfettamente la natura frenetica di Milano: trasformare il tetto in una terrazza verde.

 

Il “rooftop garden” è immaginato come uno spazio polivalente: un orto in quota, che porta il tema dell’agricoltura in città, aperto al pubblico e dotato di un servizio di ristorazione che utilizza i prodotti coltivati in loco; un luogo per spettacoli e manifestazioni o ancora una palestra all’aperto per discipline sportive o pratiche meditative.

 

Versatile, mutevole, sociale e sostenibile, è l’utopia di uno ‘tetto verde‘ nel cuore del nuovo quartiere di tendenza milanese.

 

Previous Next
Now Reading:
Estetica e funzione
Archivio: People

Estetica e funzione

Ultima+ di Armstrong Building arreda la nuova sede di Twinset a Carpi
Data Pubblicazione: 17 July 2017

I pannelli Ultima+ di Armstrong Building Products arredano a Carpi (Modena) il nuovo headquarters di Twinset, brand di pregio nel mondo della moda.

Il progetto, che prevede il recupero di un capannone a shed degli anni 70 per 8 mila mq e la realizzazione ex novo di un centro direzionale di circa 7 mila mq che abbraccia l’edificio su due lati, è stato affidato agli architetti Silvio Binini e Emanuele Piccinini dello studio BP Architects.

I controsoffitti in fibra minerale Ultima+ a incasso di Armstrong Building Products assicurano prestazioni eccellenti tanto dal punto di vista estetico quanto funzionale: i pannelli, alternati con fasce di cartongesso, sono completati con luci a sospensione e sistemi di areazione.

Previous Next

 

Now Reading:
Forma e colore
Archivio: People

Forma e colore

Data Pubblicazione: 17 July 2017

Le soluzioni Vimar per la gestione e il controllo della luce sono state studiate per permettere di risparmiare e al contempo arredare, inserendosi in qualsiasi contesto architettonico.

La gamma di regolatori universali permette di gestire tutte le tipologie di sorgenti, non solo quelle ad alta efficienza energetica, ma anche quelle tradizionali a incandescenza. Un controllo applicabile anche a impianti esistenti, che può inserirsi in modo semplice ed efficace in qualunque architettura.

Le funzioni Rgb, disponibili attraverso dispositivi dedicati, permettono di realizzare variazioni cromatiche e giochi di luce, adatti a soddisfare ogni esigenza, dal residenziale al piccolo terziario.

Inseriti all’interno del sistema domotico By-me, questi dispositivi creano delle vere e proprie coreografie luminose.

Coordinabili con le serie Eikon, Arké e Plana, i dispositivi sono in grado di esprimere stili diversi grazie alle loro molteplici combinazioni di colori e materiali.

Previous Next