INTERNI. The Magazine of Interiors and Contemporary Design

Now Reading:
An evening with Eliot: featuring Smarther
Archivio: People

An evening with Eliot: featuring Smarther

BTicino ha presentato il termostato connesso Smarther e delineato il futuro della smart home

Il futuro della Smart Home è sempre più concreto e vicino ai bisogni delle persone. A confermarlo una ricerca commissionata da BTicino e realizzata da Ipsos con la supervisione dell’Osservatorio IoT del Politecnico di Milano
Data Pubblicazione: 15 June 2017

BTicino lancia Smarther, nuovo termostato connesso del programma Eliot by BTicino dedicato ai dispositivi IoT di nuova generazione. Semplice da usare e funzionale, Smarther risponde alle richieste di sicurezza, risparmio energetico e comfort, espresse dai consumatori in relazione al presente e al futuro della casa connessa.

Una ricerca commissionata da BTicino e realizzata da Ipsos con la supervisione dell’Osservatorio IoT del Politecnico di Milano, ha infatti messo in luce bisogni e abitudini di consumo per una smart home che è sempre più concreta e reale.

I dati e le ricerche dicono che i numeri dell’Internet of Things in Italia sono in costante crescita. Si tratta di una vera rivoluzione tecnologica destinata a impattare tutti i settori, dalla salute ai trasporti, fino all’ambiente, al tempo libero e ovviamente agli edifici connessi.

Con il lancio di Smarther, BTicino aggiunge un tassello alla “mart home che prende sempre più forma e concretezza nella mente e nelle case degli italiani.

Previous Next
Now Reading:
Elica Propulsion Laboratory
Archivio: People

Elica Propulsion Laboratory

A Fabriano 5 milioni di investimento per il nuovo polo del centro Italia di ricerca e certificazione internazionale aperto ad aziende e giovani innovatori
Data Pubblicazione: 15 June 2017

L’Elica Propulsion Laboratory (EPL) è un centro all’avanguardia a livello globale, in grado di certificare prodotti sempre più innovativi, rispondenti alla normativa in materia di sicurezza, risparmio energetico e compatibilità elettromagnetica.

Il laboratorio, sinora ad esclusivo utilizzo dal team di ingegneri e di tecnici del Gruppo Elica, si si è aperto al mondo esterno e viene utilizzato da prestigiose aziende italiane ed internazionali operanti in svariati settori.

EPL metterà a disposizione i suoi spazi a giovani ingegneri e innovatori universitari che, sotto la supervisione e la guida dei tecnici del laboratorio, potranno accedere all’utilizzo di macchinari per i loro progetti di ricerca.

Previous Next
Now Reading:
La luce perfetta
Archivio: People

La luce perfetta

Il sistema di illuminazione modulare multifunzionale Occhio collega gli ambienti dell'inedita Villa K a Vienna
Data Pubblicazione: 15 June 2017

Situata nel 19° distretto di Vienna, Villa K è una residenza composta tre corpi con caratteristiche architettoniche inedite.

Tema del progetto è stata la realizzazione di un manufatto sul terreno di una ex giardineria distribuito su livelli diversi: una sfida che lo studio di architettura Gohm Hiessberger ha accettato e affrontato con successo proponendo una soluzione inedita.

L’edificio dotato del sistema di illuminazione multifunzionale di Occhio, sfoggia una qualità abitativa di grande pregio in cui architettura, luce e natura si compenetrano e confluiscono armoniosamente.

 

Gli interni sono caldi e accoglienti, connotati dalle finiture in legno e dalla presenza di opere d’arte.

Distribuita in maniera individuale secondo gli arredi, la luce crea un’atmosfera gradevole e funge da elemento di collegamento tra i singoli ambienti.

I corpi illuminanti Occhio fungono da complementi di arredo che arricchiscono l’ambiente di punti di richiamo visivo.

 

Previous Next
Now Reading:
Militare e super accessoriato
Archivio: People

Militare e super accessoriato

Baglietto vara Ridoc, primo esemplare di MV19 per un armatore europeo

Lo studio Francesco Paszkowski Design, in collaborazione con Margherita Casprini, ha curato sia gli interni che gli esterni
Data Pubblicazione: 14 June 2017

Dopo il varo del MY Andiamo, 48m in acciaio e alluminio, è stata la volta di Ridoc, primo esemplare di MV19.

Il progetto, di 19,50 m tutto in alluminio, porta la firma dello studio Francesco Paszkowski Design che ha curato sia gli interni che gli esterni.

Dell’ufficio tecnico Baglietto lo studio di carena, impianti e propulsioni.

 

Ispirata ai Mas della prima e seconda Guerra Mondiale, la linea MV di Baglietto (13m e 19m) ripercorre, in chiave moderna, una pagina importante della storia nautica del brand in campo militare riproponendone alcuni stilemi abbinati, al contempo, ad elementi architettonici mutuati dal mondo degli open.

Il colore grigio scuro metallizzato conferisce forza e aggressività .

 

Lo studio degli interni, sempre in collaborazione con Margherita Casprini, ha comportato una ricerca approfondita dei materiali e delle finiture per unire il fascino d’antan con le necessità di comfort contemporaneo.

I rivestimenti sono in noce canaletto alternato a pareti bianche laccate lucide mentre i pavimenti sono in rovere invecchiato scuro.

Ne risulta una barca dal carattere deciso, coerente con l’aspetto sportivo dell’esterno, ma super accessoriata.

 

Dopo la crociera estiva Ridoc sarà in anteprima mondiale al prossimo Cannes Yachting Festival.

 

Previous Next