Con la tradizionale conferenza stampa del lunedì, che precede l'apertura del Salone del Mobile e inaugura il FuoriSalone, prende avvio la mostra evento di Interni. Quest'anno distribuita in quattro location: Università degli Studi di Milano, Torre Velasca, Arco della Pace e Caselli Daziari di Piazza Sempione, Orto Botanico di Brera

Ogni anno a primavera, Milano diventa la capitale mondiale del design. Merito della Milano Design Week che in sette giorni propone il Salone del Mobile e il FuoriSalone. Lo scorso anno le due manifestazioni hanno convogliato in città oltre mezzo milione di persone provenienti da circa 200 paesi diversi.

Cos'è il FuoriSalone? Non è solo quello che accade fuori dalla Fiera di Rho, è la simbiosi tra il Salone del Mobile e la città. E il design, inteso come progetto culturale, è protagonista. (Alberto Bonisoli, Ministro per i beni e le attività culturali)"

Quest'anno il fil rouge che lega la Design Week dentro e fuori la fiera di Rho è il design sostenibile. Che si tratti di biopolimeri o arredi in legno proveniente da una filiera cortissima, la parola d'ordine è ecologia. La coscienza ambientale di creativi, progettisti e designer ha fatto un passo avanti: molte, tante installazioni, mostre, eventi sono dedicate a progetti che cercano di non danneggiare la Terra, provando a lenire le ferite aperte di un pianeta prossimo al tracollo.

Human Spaces è un tema che ha stimolato i designer a mettere l'uomo al centro del loro processo creativo. (Ernesto Mauri, Amministratore Delegato Gruppo Mondadori)"

La rivista Interni, tra l'Università Statale, la Torre Velasca, l'Orto Botanico di Brera e l'Arco della Pace, anima la settimana con una serie di installazioni ispirate al benessere sostenibile: The Perfect Time di Ico Migliore con M+S lab che interpreta la relazione tra tecnologia intuitiva e fattore umano, e_Domesticity di Hani Rshid e Lise Anne Couture Asymptote Architecture che indaga gli scenari futuri della mobilità elettrica e a guida autonoma, l'enorme scritta Help di Maria Cristina Finucci che denuncia l'inquinamento degli oceani ed è stata realizzata con due tonnellate di tappi di plastica, gli archi in micelio di The Circular Garden, progetto di Carlo Ratti Associati all'Orto Botanico di Brera, solo per citarne alcune

In occasione di Human Spaces,siamo partner di Interni, non sponsor: il partner crea una condivisione, lo sponsor cerca solo visibilità. (Fabrizio Longo, Brand Director Audi Italia)"

Fino al 19 aprile, sarà una esplosione di creatività all'insegna di sostenibilità, riuso, economia circolare e, naturalmente, design e architettura. Perchè se è vero che "la vita è più importante dell'architettura" come sosteneva Oscar Niemeyer, è altrettanto vero che sono poi progettisti, architetti e designer che possono aiutare l'uomo a vivere meglio.

Human Spaces permette di vedere il legame uomo-natura attraverso la prospettiva del design circolare che nasce dalla terra e alla terra torna. (Monica Spada, Responsabile progetti a lungo termine Eni)"

Un evento diffuso per la città, senza censure, che dà a tutti la possibilità di sorprendersi, stupirsi, meravigliarsi. Una occasione per diffondere idee e cultura. Dove l'essere umano, le sue esigenze, la cura dell'ambiente ispirano le installazioni, delineando un nuovo orizzonte progettuale in cui la vita e le sue espressioni tornano al centro del processo creativo.

Attraverso il design e la tecnologia, progettiamo e produciamo elettrodomestici per migliorare la vita delle persone all'interno delle case. (Paolo Lioy, Amministratore Delegato Whirlpool Italia)"

Testo di Danilo Signorello - Foto di Efrem Raimondi