Viaggio in Sicilia

Dopo otto anni, un secondo numero di Interni estivo, luglio-agosto, interamente dedicato all’isola del sole e alle sue risorse stratificate, foriere di infiniti stimoli per la cultura del progetto.

L’edizione del 2009 aveva come oggetto Palermo e il suo New Deal. Quest’anno il focus è sulla ‘regioneorientale iblea, natura aspra tra il verde della macchia mediterranea e il caldo oro delle rocce, di cui Goethe aveva già percepito i tratti di grazia, passando per Noto, Ragusa, Modica, fino alla pre-oasi di Vendicari: l’area a più alta densità di siti Unesco al mondo, patrimonio dell’umanità per tesori architettonico-artistici e paesaggistici.

Alla scoperta di case, dove il progetto contemporaneo, con differenti interpretazioni d’autore, da parte di eccellenze siciliane ma anche di una colonia di ‘continentali’, è sinonimo di confronto tra le preesistenze e la riqualificazione e valorizzazione di un territorio e del geniusloci. Incredibile Sicilia!

Un atelier del recupero, dove abitare la storia oggi significa anche innovazione a partire dagli elementi della tradizione: forme, colori, profumi, sapori, materiali. Ecco allora ricorrenti fotografie di superfici in pietra pece e in tufo oro tipico del barocco ibleo, soffitti orditi con canne e gesso e travi lignee, intonaci a calce e pigmenti naturali nelle tonalità delle terre.

E, infine, indimenticabili ceramiche e maioliche che, da Caltagirone a Sciacca, da Burgio a Santo Stefano di Camastra, diventano materia di invenzione nelle mani sapienti degli artigiani locali.

I virtuosismi si ritrovano a ogni scala d’intervento progettuale. Inoltre, note non trascurabili, non sono pochi i designer siciliani che si sono affermati al di fuori della loro terra d’origine così come sono gli esempi di imprenditoria di design o wine attivi in zona, entrambi volani di una Sicilia compiuta e gioiosa!