INTERNI. The Magazine of Interiors and Contemporary Design

Now Reading:
Shaping a Creative Future
Archivio: Agenda

Shaping a Creative Future

Prada Group - Via Antonio Fogazzaro 28 - Milano
20/21 marzo 2017 (su invito)
Data Pubblicazione: 16 March 2017

Il Gruppo Prada, in collaborazione con Yale School of Management e Politecnico di Milano School of Management, ospita Shaping a Creative Future, conversazioni su sostenibilità e innovazione.

L’evento intende esplorare nuove possibili connessioni tra sostenibilità e innovazione e provocare un confronto tra l’imprenditoria, la cultura e il mondo accademico internazionale.

Nel corso della prima giornata, docenti e alunni di entrambe le università incontreranno esponenti di aziende e associazioni, per elaborare una prospettiva critica che costituirà uno spunto alla discussione del giorno successivo.

Il 21 marzo, personalità del mondo imprenditoriale e portavoce di organizzazioni internazionali si confronteranno nel corso di una conferenza plenaria, arricchendo il dibattito con stimolanti intuizioni ed esperienze personali.

Previous Next
Now Reading:
Effimera – Suoni, luci, visioni
Archivio: Agenda

Effimera – Suoni, luci, visioni

Tre installazioni ambientali di Carlo Bernardini, Sarah Ciracì e Roberto Pugliese

Mata di Modena,
18 marzo - 7 maggio 2017
Data Pubblicazione: 16 March 2017

Effimera – Suoni, luci, visioni, a cura di Fulvio Chimento Luca Panaro e in collaborazione con la Galleria Civica di Modena,  quest’anno propone opere di Carlo BernardiniSarah Ciracì Roberto Pugliese.

Effimera giunge alla sua seconda edizione, con l’intento di individuare e valorizzare artisti che fanno dell’utilizzo avanzato della tecnologia la cifra stilistica del proprio lavoro.

Quest’anno i curatori hanno strutturato i 500 mq del Mata in tre ambienti distinti.

 

Punto di partenza di questo ‘attraversamento’ è costituito dalla ricerca sonora del sound artist Roberto Pugliese, mentre l’approdo si identifica nelle installazioni luminose in fibra ottica di Carlo Bernardini, dipanando il percorso fra le immagini fluttuanti degli affreschi digitali di Sarah Ciracì.

 

Effimera – Suoni, luci, visioni è costruita intorno a un percorso spiccatamente immersivo, ideato e strutturato appositamente per il Mata: tre imponenti installazioni ambientali, separate ma contigue, marcano una distinzione linguistica e temporale, e al tempo stesso suggeriscono una linea di continuità all’interno del percorso evolutivo dell’arte.

 

Fa da corredo ad Effimera un ricco calendario di incontri collaterali che prevede la presenza degli artisti coinvolti, ma anche di filosofi ed esperti del settore ‘arte e tecnologia‘.

Previous Next
Now Reading:
Museo della Follia. Da Goya a Bacon
Archivio: Agenda

Museo della Follia. Da Goya a Bacon

MuSa, Museo di Salò

dall'11 marzo al 16 novembre 2017
Data Pubblicazione: 15 March 2017

Il MuSa, Museo di Salò, ospita la nuova esposizione del Museo della Follia. Da Goya a Bacon.

La mostra itinerante – a cura di Vittorio Sgarbi, realizzata da Cesare Inzerillo, Sara Pallavicini, Giovanni Lettini, e Stefano Morelli – si snoda in un percorso eterogeneo di oltre 200 opere tra dipinti, fotografie, sculture, oggetti e istallazioni multimediali sul tema della follia.

Il Museo, nella nuova sede di Salò, acquisisce una dimensione internazionale grazie alla collaborazione con prestigiose realtà museali come il Musée d’Orsay e Musée de l’Orangerie. 

 

I visitatori sono accolti sul lungolago con una vera e propria anteprima del museo fuori dalle pareti del MuSa: il container L’Intonapensieri che ospita al suo interno 9 installazioni interattive sul tema della follia: testimonianze poetiche di personalità di spicco come Antonio Ligabue, Franco Basaglia, Alda Merini, Nietzche, Pino Roveredo, ma anche voci di chi i manicomi li ha vissuti in prima persona.

 

l viaggio continua all’interno del MuSa dove i visitatori potranno immergersi in un’atmosfera suggestiva lasciandosi guidare dalle emozioni. Il senso di smarrimento, infatti, è l’unica vera guida a questa mostra.

Il Museo si articola in diverse sezioni: il percorso si apre con le opere, in parte inedite, di grandi maestri della storia dell’arte internazionale come Francisco Goya, Franz von Stuck, Francis Bacon, Adolfo Wildt, Jean-Michel Basquiat e nazionale – come il Piccio, Silvestro Lega, Michele Cammarano, Telemaco Signorini, Antonio Mancini, Vincenzo Gemito, Fausto Pirandello, Antonio Ligabue, Pietro Ghizzardi – la cui mente, attraversata dal turbamento, ha dato vita ad un’arte allucinata e visionaria.

Frutto di una follia distruttrice e non creatrice è, invece, l’olio esposto in mostra in anteprima mondiale, opera di Adolf Hitler.

 

Prosegue poi con Gli assenti del ‘fotografo poeta’ Fabrizio Sclocchini.

Due video installazioni intitolate Franco Basaglia e O.P.G mostrano i documenti dell’inchiesta, condotta dal Senato della Repubblica, sugli ospedali psichiatrici giudiziari.

Lungo il percorso si apre la stanza de Gli Stereoscopi: in cui il visitatore viene trasportato in un’altra dimensione, precisamente nell’ex ospedale psichiatrico di Mombello, luogo dove ha trascorso diversi anni della sua vita l’artista Gino Sandri.

La presenza ipnotica di Carlo Zinelli rompe la scena con dei coloratissimi dipinti.

Una video installazione mette in scena il saggio I pazzi politici di Giordano Bruno Guerri il quale analizza la relazione tra manicomi e politica nel periodo fascista.

Tre sono invece le sezioni che portano la firma di Cesare InzerilloTutti i Santi, La Griglia e i Ricordi.

 

E ancora tanti autori, e tante opere che avrete modo di incontrare in questo viaggio, pensato per chi ha voglia di lasciare da parte la ragione per ritrovare, finalmente, la follia.

 

 

Previous Next
Now Reading:
CIFF 2017
Archivio: Agenda

CIFF 2017

a Guangzhou,
in due fasi: dal 18 al 21 marzo e dal 28 al 31 marzo
Data Pubblicazione: 15 March 2017

CIFF (China International Furniture Fair), la più grande fiera al mondo del settore arredamento con i suoi 1,15 milioni di metri quadrati espositivi, 6.000 aziende partecipanti e 250 mila visitatori da oltre 200 Paesi del mondo (in totale tra l’edizione di marzo a Guangzhou e quella di settembre a Shanghai), si riconferma luogo d’incontro e opportunità di business imprescindibile per tutti gli operatori del settore.

 

Ogni anno l’edizione primaverile di CIFF, suddivisa in 2 fasi per soddisfare le innumerevoli richieste di partecipazione, connette più di 3.900 importanti brand e oltre 170.000 visitatori qualificati.

La fiera, sempre più votata all’internazionalizzazione e allo scambio tra aziende espositrici e buyer, affronterà quest’anno il tema Better Life, Better Work, con il chiaro intento di esaltare i valori della crescente qualità ed eccellenza del prodotto cinese.

 

 

La prima fase di CIFF 2017, dal 18 al 21 marzo, propone una gamma completa di soluzioni, dallo stile classico al moderno. Una vasta selezione di prodotti di diversi stili e tipologia: mobili per la casa, complementi d’arredo, tessuti per l’arredamento, arredo per esterni e tempo libero.

 

Durante la seconda fase, dal 28 al 31 marzo, a Guangzhou sono esposti mobili e sedute per ufficio, arredamenti per alberghi, mobili in metallo, arredi per spazi pubblici e aree di attesa, accessori, materiali e macchinari per l’industria del mobile.

 

Previous Next