INTERNI. The Magazine of Interiors and Contemporary Design

Now Reading:
Salone del Mobile.Milano 2017
Archivio: Agenda

Salone del Mobile.Milano 2017

Presentata la 56a edizione del Salone del Mobile.Milano 2017
Fiera Milano Rho – Dal 4 al 9 aprile 2017
Data Pubblicazione: 8 February 2017

Sono 5 le manifestazioni che si svolgeranno in contemporanea dal 4 al 9 aprile presso il quartiere Fiera Milano a Rho: Salone Internazionale del Mobile, Salone Internazionale del Complemento d’Arredo, Euroluce, Workplace3.0 e SaloneSatellite.

“L’ottimismo verso l’evento di aprile è dettato dalla buona performance del settore nei primi dieci mesi del 2016 e che fa sperare di poter confermare questa tendenza anche nei prossimi mesi. L’arredo italiano è in continua crescita su quasi tutti i mercati internazionali. La vocazione internazionale del Salone del Mobile ha richiamato alla scorsa edizione il 67% di operatori esteri di alto profilo”, ha affermato Roberto Snaidero, presidente del Salone del Mobile.Milano

Il Salone del Mobile si riconferma una risorsa importante per il sistema italiano grazie alla sua capacità di attrarre a Milano operatori, visitatori, designer, buyer, giornalisti da tutto il mondo, segno distintivo che ha fatto di Milano la capitale dell’arredo e della cultura del progetto grazie anche alla forte sinergia con la città e le sue istituzioni.

Milano si farà trovare pronta e sempre più all’altezza di questo appuntamento internazionale che porta in città persone da tutto il mondo. Il Salone del Mobile è sempre stato un banco di prova per la città che va fiera di essere considerata la capitale del design e vuole mantenere saldo questo primato, dimostrando anche quest’anno di essere la cornice ideale per una manifestazione di questa importanza”, ha dichiarato il sindaco di Milano Giuseppe Sala.

Dopo il lancio alla scorsa edizione di xLux, settore dedicato al lusso senza tempo in chiave contemporanea, il Salone continua il suo percorso di rinnovamento con un nuovo format a partire dall’estensione del nome in Classico: Tradizione nel futuro propone un layout più omogeneo ed equilibrato.

A Joyful Sense at Work, a cura di Cristiana Cutrona, racconterà la visione dello scenario evolutivo dell’ambiente ufficio del futuro attraverso quattro installazioni a cura di Studio O+A, Ahmadi Studio, UNStudio, SCAPE e Studio 5+1AA di Alfonso Femia e Gianluca Peluffo.

Ritorna space&interiors dedicato alle finiture per l’architettura presso The Mall Porta Nuova, nel Brera Design District di Milano in un allestimento a cura dello studio Migliore+Servetto Architects.

Un’area lounge sarà dedicata agli Archicocktails: personalità del mondo del design e dell’architettura dialogheranno con i visitatori sui trend della progettazione e della realizzazione.

Completerà l’edizione 2017 la mostra Absolute lightness che, mediante un innovativo allestimento interattivo e digitale, sottolineerà il valore delle finiture nell’architettura contemporanea.

Previous Next
Now Reading:
Elliott Erwitt. Kolor
Archivio: Agenda

Elliott Erwitt. Kolor

Palazzo Ducale presenta la prima grande retrospettiva di immagini a colori del celebre fotografo Elliott Erwitt

Genova, Sottoporticato di Palazzo Ducale
11 febbraio – 16 luglio 2017
Data Pubblicazione: 8 February 2017

La mostra è un percorso sorprendente per l’eleganza compositiva, l’uso del colore, l’ironia, talvolta la comicità e gli altri poliedrici aspetti che rendono Elliott Erwitt un autore amatissimo e inimitabile.

 

La mostra comprende circa 135 scatti, che Erwitt ha selezionato personalmente, traendoli dai suoi due grandi progetti a colori, Kolor e The Art of André S. Solidor.

 

Kolor è il titolo del grande volume retrospettivo per realizzare il quale Erwitt ha rivisitato tutto il suo archivio, con un impegno imponente che attraversa tutta la sua produzione a colori.

The Art of André S. Solidor è invece l’esilarante e sottile parodia del mondo dell’arte contemporanea con i suoi controsensi e con le sue assurdità.

 

 

Previous Next
Now Reading:
Fabric-Action
Archivio: Agenda

Fabric-Action

La canapa protagonista di un progetto delle Regione Umbria durante la Design Week 2017
Data Pubblicazione: 8 February 2017

L’emergenza sisma che sta colpendo il centro Italia non ferma l’impegno e la determinazione della Regione Umbria a sostenere e valorizzare i propri asset produttivi attraverso un’azione di branding territoriale.

In quest’ottica Regione Umbria, in collaborazione con Fondazione Politecnico di Milano e Polifactory, lanciano Fabric-Action progetto sperimentale, co-ideato da Ghénos Communication e dal Museo della Canapa di Sant’Anatolia di Narco, per sviluppare soluzioni innovative con l’uso della canapa tra design, tecnologie digitali e nuovi processi di fabbricazione e produzione di oggetti.

Nell’ambito di questa iniziativa, otto progetti saranno selezionati nelle prossime settimane da un’apposita giuria di professionisti ed esperti. I prototipi saranno poi realizzati all’interno di Polifactory con il sostegno del Museo della Canapa, per essere esposti durante la Milano Design Week 2017 (www.fabric-action.org) all’interno di uno dei principali eventi dedicati alla cultura del progetto presso lo spazio di Interni all’Università Statale.

Previous Next
Now Reading:
Gio Ponti: L’Infinito Blu
Archivio: Agenda

Gio Ponti: L’Infinito Blu

Un volume e una mostra che Ceramica Francesco De Maio, licenziataria per la riproduzione fedele delle maioliche Blu Ponti, dedica a Gio Ponti per valorizzare il Made in Italy in continuità con la tradizione ceramica tra passato, presente e futuro

La Triennale di Milano,
10 febbraio - 12 marzo
Data Pubblicazione: 8 February 2017

Ceramica Francesco De Maio, azienda di Nocera Superiore (SA) racconta a Milano, tramite i disegni originali, alcuni inediti, fotografie, pezzi storici, l’architetto e designer Gio Ponti.

 

Protagonisti del libro e della mostra – curati da Aldo Colonetti e Patrizia Famiglietti con la collaborazione di Salvatore Licitra fotografie mai pubblicate prima d’ora che ritraggono Gio Ponti come una sorta di regista “felliniano” mentre coordina in fabbrica le fasi di produzione, gli schizzi, le tavole e gli acquerelli fatti a mano e le maioliche.

 

In mostra anche le 33 maioliche Blu Ponti di Ceramica Francesco De Maio, riproduzioni fedeli non solo delle 27 maioliche ideate per il Parco dei Principi di Sorrento, ma anche degli inediti 5 decori non utilizzati e rimasti fino ad oggi solo disegni.

Ed ancora la realizzazione di un decoro non compreso tra le 32 tavole disegnate da Gio Ponti, ma ritrovato nell’archivio degli schermi di Ceramica D’Agostino, ben riconducibile agli altri pattern bianchi e blu e individuabile tra gli schizzi a penna del designer.

 

Il volume firmato Ceramica Francesco De Maio ed edito da Edizioni Paguro raccoglie le testimonianze di Aldo Colonetti, Gianni De Maio, Gillo Dorfles, Patrizia Famiglietti, Fulvio Irace, Salvatore Licitra, Lisa Licitra Ponti, Fabrizio Mautone.

Previous Next