INTERNI. The Magazine of Interiors and Contemporary Design

Now Reading:
Model Instruction: Crafting the Prototype

Model Instruction: Crafting the Prototype

“Crafting the Prototype”: ovvero come costruire modelli che consentano di visualizzare progetti complessi, di condividerli con partner e committenti e addirittura di guidarne lo sviluppo e la realizzazione
Data Pubblicazione: 5 April 2017

Questo il tema della lectio tenuta nella mattinata di mercoledì 5 aprile per Interni da Christopher e William Sharples, fratelli gemelli, fondatori di ShoP, uno dei maggiori studi di architettura a New York.

I due architetti, che in collaborazione con NBK Keramik e Metalsigma partecipano con Wave/Cave alla Mostra-Evento Interni Material Immaterial nel cortile dell’Università Statale, hanno alle spalle una straordinaria esperienza, che va da microprogetti estremamente innovativi a opere di enorme complessità, come per esempio il nuovo grattacielo sulla 57ma strada a Manhattan, che dal 2018 sarà tra i più alti edifici a New York.

E’ stato tanti anni fa, visitando a Washington una mostra sui modelli costruiti dai grandi architetti del Rinascimento italiano, che abbiamo capito l’importanza di lavorare nelle tre dimensioni fin dalle prime fasi del progetto”, ha ricordato William Sharples in apertura della lectio. Un approccio che nel corso degli anni si è sviluppato avvalendosi di tecnologie di rendering sempre più sofisticate sia nella fase dell’ideazione che in quella realizzativa.

E che ha portato a soluzioni sorprendenti: dalla struttura lignea installata nel 2000 nella sede del PS1 a Long Island, il cui modello in scala ridotta è in mostra dal 2006 al MoMa di Ney York; all’avveniristico ingresso del Barclays Center a Brookling (2012), realizzato in modo quasi “sartoriale” componendo 12 mila pannelli tutti tra loro diversi; al Flotsam & Jetsam di Miami, un luogo di socialità le cui strutture in materiali innovativi (fibra di carbonio, bamboo) sono state letteralmente “stampate” da sistemi robotici.

Anche nell’ideazione del nuovo grattacielo a Manhattan, la modellizzazione ci ha consentito di studiare soluzioni che, per qualità e disegno, fossero in sintonia con gli storici edifici circostanti. E non a caso, uno dei materiali scelti per la facciata sarà la terracotta, la stessa utlilizzata nell’installazione Wave/Cave presentata a Milano.

Insomma, dalla dimensione micro a quella macro, sostengono i fratelli Sharples, l’incontro tra tecnologia 3D e un nuovo approccio artigianale può far nascere qualcosa di assolutamente nuovo. E soprattutto, apre all’architetto la possibilità di svolgere un ruolo più ampio, come responsabile sia dell’ideazione che della realizzazione dei propri progetti. E del resto, non era questa la lezione dei grandi del passato, da Brunelleschi a Leon Battista Alberti?

(Testo di Laura Ragazzola – Foto di Ludovica Mangini)

Previous Next
Now Reading:
Made in Italy per JD.com

Made in Italy per JD.com

JD.com, la maggiore piattaforma di e-commerce cinese, annuncia la partnership strategica con brand italiani nel settore dell’arredamento per la casa
Data Pubblicazione: 5 April 2017

Nella serata di martedì 4 aprile, durante l’evento di apertura nella settimana del Salone del Mobile, Lijun Xin, presidente della divisione Home&Life di JD.com, ha aperto ufficialmente la vendita dei prodotti di tre brand italiani del settore arredamento per la casa: Savio Firmino, Bordignon e Contractin.

JD.com collaborerà con i tre brand e li seguirà nel loro ingresso nel mercato cinese, dove la richiesta di arredamento e complementi per l’arredo di alta qualità, realizzato a mano, è in forte crescita. I clienti potranno acquistare i prodotti dei tre brand attraverso i flagship e-shops Savio Firmino e Fibonacci, all’interno di JD.com

L’arredamento per la casa è una delle categorie che cresce più velocemente su JD.com, con una percentuale media di crescita del 100% negli ultimi anni e include: arredamento, casalinghi, tessuti per l’arredo, utensili da cucina, materiali per la decorazione, servizi per l’interior design.

“I consumatori cinesi sono sempre più focalizzati sulla qualità e lo stile e siamo entusiasti di introdurre questi brand che rappresentano il meglio del design italiano” ha detto Lijun Xin. “Inoltre, siamo impazienti di collaborare con questi brand leader, per farli entrare in contatto con i 226 milioni di consumatori attivi di JD.com e collaborare con loro per sviluppare nuove opportunità di crescita.”

“Siamo lieti di essere partner di JD.com e entusiasti di lavorare insieme per fornire ai clienti cinesi arredamento italiano di qualità attraverso la piattaforma online più affidabile in Cina”, ha osservato Cosimo Savio, Ceo di Savio Firmino. “La cooperazione strategica con JD.com è un passo importante per lo sviluppo del nostro brand e apre un nuovo mercato per Savio Firmino in Cina.”

JD.com presenta alla mostra-evento di interni Material Immaterial l’installazione Matrix, presso l’Università Statale di Milano, in collaborazione con Interni China. Curatore dell’installazione è Yang Dongjiang, Editor in Chief di Interni China.

Previous Next
Now Reading:
Made in Italy per JD.com

Made in Italy per JD.com

JD.com, la maggiore piattaforma di e-commerce cinese, annuncia la partnership strategica con brand italiani nel settore dell’arredamento per la casa
Data Pubblicazione: 5 April 2017

Nella serata di martedì 4 aprile, durante l’evento di apertura nella settimana del Salone del Mobile, Lijun Xin, presidente della divisione Home&Life di JD.com, ha aperto ufficialmente la vendita dei prodotti di tre brand italiani del settore arredamento per la casa: Savio Firmino, Bordignon e Contractin.

JD.com collaborerà con i tre brand e li seguirà nel loro ingresso nel mercato cinese, dove la richiesta di arredamento e complementi per l’arredo di alta qualità, realizzato a mano, è in forte crescita. I clienti potranno acquistare i prodotti dei tre brand attraverso i flagship e-shops Savio Firmino e Fibonacci, all’interno di JD.com

L’arredamento per la casa è una delle categorie che cresce più velocemente su JD.com, con una percentuale media di crescita del 100% negli ultimi anni e include: arredamento, casalinghi, tessuti per l’arredo, utensili da cucina, materiali per la decorazione, servizi per l’interior design.

“I consumatori cinesi sono sempre più focalizzati sulla qualità e lo stile e siamo entusiasti di introdurre questi brand che rappresentano il meglio del design italiano” ha detto Lijun Xin. “Inoltre, siamo impazienti di collaborare con questi brand leader, per farli entrare in contatto con i 226 milioni di consumatori attivi di JD.com e collaborare con loro per sviluppare nuove opportunità di crescita.”

“Siamo lieti di essere partner di JD.com e entusiasti di lavorare insieme per fornire ai clienti cinesi arredamento italiano di qualità attraverso la piattaforma online più affidabile in Cina”, ha osservato Cosimo Savio, Ceo di Savio Firmino. “La cooperazione strategica con JD.com è un passo importante per lo sviluppo del nostro brand e apre un nuovo mercato per Savio Firmino in Cina.”

JD.com presenta alla mostra-evento di interni Material Immaterial l’installazione Matrix, presso l’Università Statale di Milano, in collaborazione con Interni China. Curatore dell’installazione è Yang Dongjiang, Editor in Chief di Interni China.

Previous Next