INTERNI. The Magazine of Interiors and Contemporary Design

Now Reading:
La Stanza del Lenzuolo
Archivio: Agenda

La Stanza del Lenzuolo

Nuova tappa del percorso espositivo multimediale ideato da dotdotdot per il Piccolo museo del diario

Archivio Diaristico Nazionale di Pieve Santo Stefano (Arezzo)
Inaugura il 16 settembre
Data Pubblicazione: 13 September 2016

Al lenzuolo è dedicata una stanza nel Piccolo museo del diario, esposizione permanente concepita per mettere in mostra e valorizzare, in modo interattivo e coinvolgente, le oltre 7000 storie scritte raccolte e conservate dal 1984.

 

L’exhibit interattivo multimediale progettato da dotdotdot per La Stanza del Lenzuolo è pensato per reinterpretare il racconto della vita di Clelia Marchi – contadina di Poggio Rusco che scrisse la storia della sua vita in un lenzuolo del corredo, largo più di due metri – attraverso una narrazione resa concreta da alcuni oggetti rappresentativi del racconto.

Gli oggetti sospesi nella stanza divengono parlanti, sussurrano segreti e aneddoti della vita di Clelia Ogni oggetto, all’avvicinarsi dei visitatori, si attiva per raccontare la parte della storia scritta sul lenzuolo contraddistinta dall’oggetto stesso.

Gli oggetti stampati in 3d presso il FabLab Opendot – gli zoccoli, il secchio, la scopa, il rastrello, il macinacaffè, il fanale rotto di una macchina a simboleggiare la morte del marito – sono rappresentativi della vita di Clelia Marchi, il cui lenzuolo è considerato l’opera simbolo dell’Archivio.

 

La Stanza del Lenzuolo è solo l’ultima tappa della collaborazione tra dotdotdot e il Piccolo museo del diario, sviluppata attraverso la progettazione delle diverse stanze del percorso museale e dell’immagine coordinata del museo, ospitato in piccole sale cinquecentesche.

Il percorso espositivo multimediale racconta poeticamente diari, epistolari, memorie autobiografiche di persone sconosciute che hanno lasciato traccia delle loro vite.

Previous Next

 

Now Reading:
London Design Festival 2016
Archivio: Agenda

London Design Festival 2016

17 – 25 settembre
Data Pubblicazione: 13 September 2016

L’annuale settimana londinese del design propone anche per questa edizione un ampio e interessante programma di eventi, installazioni e mostre che si svolgeranno in tutta la capitale.

 

Oltre a portare l’installazione Visionary Crazy Golf in Trafalgar Square, The London Design Festival propone suggestivi Landmark Projects, tra cui The Smile di Alison Brooks Architects, una struttura in legno lamellare a strati incrociati realizzata in tulipier americano, che può essere abitata ed esplorata e che offre un nuovo modo di guardare la città.

http://www.internimagazine.it/news/agenda/the-smile/

 

Baboushka Boxes by Shelter e Legal & General è un’installazione esperienziale progettata da dRMM che cerca di affrontare la crisi degli alloggi.

 

Il Victoria and Albert Museum sarà di nuovo il fulcro del festival.

Diversi i progetti presentati. Il duo di progettisti di Glithero hanno creato un’affascinante installazione basata sul tempo con Panerai. Foil di Benjamin Hubert Layer è un nastro metallico ondulato che trasforma uno degli spazi di V&A con luci e pattern a led, ispirato da Braun.

 

Il Festival ha inoltre commissionato ad alcuni celebri designer visionari, tra cui Paul Cocksedge, Amanda Levete e (tra gli ultimi progetti) Zaha Hadid, la creazione di propri souvenir di Londra, che saranno disponibili per l’acquisto presso il V&A shop.

 

Previous Next
Now Reading:
Settembre ricco di novità per Antolini
Archivio: Agenda

Settembre ricco di novità per Antolini

Tra i tanti appuntamenti, i festeggiamenti per i 60 anni dell’azienda veneta
Data Pubblicazione: 12 September 2016

Traguardi e nuove sfide: una ricca serie di iniziative saranno ospitate da Antolini durante il mese di settembre. Eventi, novità e inaugurazioni per un inedito racconto attorno alla bellezza della pietra, tra espressività e visione.

Nel 2016 Antolini festeggia i 60 anni di attività: oltre alle celebrazioni, l’azienda da vita a una serie di appuntamenti in grado di mettere in rilievo le diverse anime della pietra, presentando molteplici novità dal punto di vista tecnologico e compositivo.

Il Luxury Village (fino all’1 ottobre) sarà l’occasione per vivere gli spazi del nuovo showroom, allestito su diverse aree dedicate a Precioustone, Gemstone, Shellstone Collections, Perception Collection e Natura Collection. La progettazione dello showroom è stata curata da diversi designer: l’area gioielli LadyA e l’area bar/lounge/bagni, in Precioustone, da Alessandro la Spada; l’area Perception Collection da Alessandro Isola; le restanti aree espositive dagli architetti Bertoldi e Brentegani.

Dal 19 al 24 settembre si svolgerà l’Antolini Stone Week, apprezzato open doors dedicato a clienti, progettisti, designer e architetti che avranno l’occasione di visitare la Antolini Stone Gallery e scoprire le nuove pietre naturali.

Dal 21 al 24 settembre l’azienda sarà presente inoltre a 100% Design London, fiera di riferimento per i nuovi trend sul design e sui materiali presso Olympia London.

Marmomacc dal 28 settembre all’1 ottobre: Antolini parteciperà per offrire ai visitatori materiali e tecnologie in un allestimento esclusivo (Area esterna “A” – Antolini stand 15/16 – Eurotrading stand 17/18). Durante Marmomacc, in una location prestigiosa, l’azienda celebrerà a Verona l’anniversario dei 60 anni dell’azienda.

Previous Next
Now Reading:
ArchitectsParty 2016

ArchitectsParty 2016

Gli aperitivi negli studi di architettura d'Italia e d'Europa
Firenze, 13 / 16 settembre
Data Pubblicazione: 12 September 2016

Dal 13 al 16 settembre Firenze è la quarta tappa di ArchitectsParty 2016, evento itinerante che conduce gli appassionati di settore e gli addetti ai lavori all’interno di noti studi di architettura, per visitare le location creative e conoscere di persona gli architetti e i loro lavori.

Quattro serate per dodici aperitivi che gareggiano agli ArchitectsParty Awards 2016. I partecipanti possono infatti votare online su www.towant.eu la serata più divertente, l’allestimento più suggestivo o il migliore dj set. Al termine dell’iniziativa sarà proclamato il vincitore.

Gli studi coinvolti nella tappa fiorentina sono: Ara Projects, David Maria Pantini Architects, Deferrari+Modesti, Giovanni Voto Architects – Ibs Progetti, Gpa Ingegneria, Guicciardini&Magni_ Studio Associato, Interno298, Luifi Fragola Architects, Projekto Architetture, S+S studio, Studio Lauria, Studio Lipparini.

Previous Next