INTERNI. The Magazine of Interiors and Contemporary Design

Now Reading:
Interni Café a Homi Settembre 2017
Archivio: Agenda

Interni Café a Homi Settembre 2017

La rivista Interni è presente alla prossima edizione di Homi, in Fiera Milano a Rho dal 16 al 18 settembre, con una speciale installazione dedicata al relax, alla conversazione, all’incontro
Data Pubblicazione: 18 September 2017

Nel Padiglione 15 (Stand T19) sarà aperto a tutti Interni Café: caratterizzato da una quinta macrografica ispirata alla grafica della copertina del numero di Settembre di Interni realizzata dell’artista, scultore e designer americano Kris Ruhs, e arredato con tavoli, sedie e sgabelli della collezione Frozen Family di Plust Collection (design Matteo Ragni con Maurizio Prina) e le lampade Kong di Qeeboo (design Stefano Giovannoni), sarà molto più di una semplice caffetteria, con un menu a tema bio con offerta di macedonie, spremute, centrifugati, insalate preparate al momento, panini vegetariani, brioche e torte.

Per rilassarsi, conversare e incontrare le persone nell’atmosfera esclusiva dello studio newyorkese di un grande artista.

Si ringrazia: Plust Collection e Qeeboo per gli arredi.

Previous Next
Now Reading:
Alla ricerca del lettore perduto
Archivio: Agenda

Alla ricerca del lettore perduto

Mostra fotografica di Claudio Montecucco

Kasa dei Libri, Milano
21 settembre - 4 ottobre 2017

Inaugurazione 20 settembre ore 18
Data Pubblicazione: 18 September 2017

lettori “perduti”, talmente concentrati nella pagine che non sanno più dove sono, chi sono, cosa fanno.

Le fotografie di Claudio Montecucco mostravano il lettore per eccellenza, talmente immerso nelle suo pagine da non sapere che lì vicino c’è un obiettivo intento a ritrarlo.

 

Che è poi il motivo ultimo per chi come la Kasa dei Libri si adopera a far qualcosa per la lettura: trasmettere quel senso si trasporto che porta chi legge a essere tutt’uno con la parola scritta, in un mondo ideale dove la realtà pare scomparire.

 

Il bianco e nero contribuisce a dare alle foto una dimensione senza tempo.

 

Previous Next
Now Reading:
Araki
Archivio: Agenda

Araki

La Fondazione Bisazza rende omaggio al celebre fotografo Nobuyoshi Araki

Alte (Vicenza),
dal 21 settembre al 3 dicembre 2017
Data Pubblicazione: 18 September 2017
La Fondazione Bisazza espone una personale di uno dei fotografi contemporanei più celebri e discussi a livello internazionale, Nobuyoshi Araki.
 
In mostra l’universo del maestro giapponese, dai nudi femminili, alle composizioni floreali, agli scorci cittadini e ai cieli di Tokyo, ritratti nella loro massima esplosione di luminosità.
 
Più di sessanta fotografie inducono l’osservatore ad una profonda riflessione sull’universo femminile, sull’eros e sulla morte, facendogli rivivere tutti quegli stati d’animo ad essi correlati.
Esposti anche più di dieci scatti inediti di donne giapponesi, ritratte vicino a delle superfici in mosaico Bisazza, completamente legate ed elegantemente vestite con sontuosi kimoni.
Arte, tradizione e raffinatezza trovano qui la loro massima espressione, grazie a quel perfetto e armonioso connubio tra i preziosi decori in mosaico e il fascino della cultura giapponese, qui fortemente enfatizzato.

 

Previous Next
Now Reading:
Opera – David Leventi
Archivio: Agenda

Opera – David Leventi

Wunderkammer @ Visionnaire
Piazza Cavour 3, Milano

22 settembre 2017 - 27 gennaio 2018
Data Pubblicazione: 17 September 2017
Visionnaire, in collaborazione con Spazio Damiani, presenta una mostra personale del fotografo americano David Leventi.
 
In esposizione dieci fotografie di medio e grande formato che ritraggono nove celebri teatri d’opera: La Fenice di Venezia, la Royal Opera House, Covent Garden di Londra, il Palais Garnier di Parigi, il Mariinsky Theater di San Pietroburgo, il Kungliga Operan di Stoccolma, il Teatro Comunale di Bologna, il Teatro di San Carlo di Napoli, il The Metropolitan Opera di New York e, imprescindibile omaggio alla città di Milano, il Teatro alla Scala.

 

La realizzazione della serie, da cui le dieci opere in mostra sono tratte, ha impegnato il fotografo per cinque anni: l’intero progetto propone un viaggio attraverso quaranta splendide opera houses disseminate in quattro continenti. Ciascun teatro è stato scelto per una particolare caratteristica che lo rende unico.

 

L’indagine di David Leventi, oltre a mettere in risalto la magnificenza delle decorazioni e la solennità delle architetture, si addentra nella funzione storica assolta da questi luoghi.

I teatri d’opera hanno avuto un ruolo di primo piano nell’affermazione delle identità nazionali: erano allo stesso tempo un luogo di aggregazione della comunità, di consacrazione del potere, ma anche di contestazione.

 

È tuttavia possibile leggere queste opere fotografiche anche sotto un’altra (emotiva) angolazione, quella degli artisti che ne calcano i palchi.

Tutte le immagini sono realizzate secondo il punto di vista del palcoscenico. Attraverso questo espediente negli scatti di Leventi è possibile cogliere la tensione, il fremito e l’aspettativa che pervadono gli artisti poco prima di andare in scena, quando tutto è proprio sul punto di accadere.

 

 

Previous Next