INTERNI. The Magazine of Interiors and Contemporary Design

Now Reading:
Bologna Design Week 2017
Archivio: Agenda

Bologna Design Week 2017

Bologna Design Week e Cersaie rafforzano la collaborazione in nome del design
Dal 26 al 30 settembre 2017
Data Pubblicazione: 21 April 2017

Design e creatività, formazione e mondo produttivo rinnovano l’incontro a Bologna. Dopo il successo delle prime due edizioni, durante la conferenza stampa a Palazzo D’Accursio nel capoluogo felsineo, è stata presentata l’edizione 2017 di Bologna Design Week, che si avvale di Cersaie in qualità di sponsor ufficiale dopo la collaborazione negli scorsi anni, di cui la rivista Interni è media partner.

Matteo Lepore (assessore all’Economia e alla Promozione della città del Comune di Bologna), Emilio Mussini (presidente Commissione Attività Promozionali e Fiere di Confindustria Ceramica), Giancarlo Tonelli (direttore generale Confcommercio Ascom Bologna), Enrico Maria Pastorello (general manager Bologna Design Week), Elena Vai (creative director Bologna Design Week) e Carlo Branzaglia (presidente ADI Delegazione Emilia Romagna) hanno illustrato a una sala gremita le prime novità del programma.

Da martedì 26 a sabato 30 settembre mostre, design exhibition, workshop, concorsi, eventi, visite guidate, design talks tematizzati su design cultures, fashion & design, design food, animeranno nelle ore serali il centro storico per cinque giornate dedicate alle culture del progetto e alle industrie culturali e creative. Mercoledì 27 settembre la notte si accenderà con la Design Night, organizzata in collaborazione con Confcommercio Ascom Bologna.

Al pari delle precedenti edizioni, si riconferma la volontà di riunire e valorizzare le eccellenze culturali, produttive, distributive e creative del territorio e non solo, coinvolgendo showroom, aziende, studi di architettura, gallerie d’arte, musei e università, in un sistema integrato di comunicazione che permetta l’attivazione di sinergie tra industria, cultura e creatività.

Una terza edizione che si preannuncia ricca di novità, a cominciare dal contest Temporary Living Space dedicato ad architetti e interior designer per l’allestimento temporaneo del Salone del Settecento di Palazzo Isolani, concepito per Molteni&C|Dada (per approfondimenti: bando scaricabile dal sito bolognadesignweek.com).

Per proseguire con la mostra Scatto Libero. Dino Gavina dieci, allestita a Palazzo Pepoli Campogrande; l’esposizione rende omaggio, a dieci anni dalla sua scomparsa, alla figura di Dino Gavina (1922-2007) tra i più significativi imprenditori italiani del design del 900.

E ancora, in occasione di BDW 2017, il pubblico riscoprirà le radici di Bologna quale “città dell’acqua e della seta”, esplorando vie d’acqua, sotterranei, palazzi storici e siti solitamente non accessibili.

Main location, info e press point anche per questo anno sarà Palazzo Isolani, che ospiterà all’interno delle sale settecentesche una selezione di storiche aziende di design con inediti allestimenti.

Previous Next
Now Reading:
In The Earth Time
Archivio: Agenda

In The Earth Time

Il Mic di Faenza cura il padiglione Italia alla Biennale della Ceramica di Gyeonggi in Corea del Sud

Yeoju Dojasesang (World Ceramic Livingware Gallery)
7, Silleuksa-gil, Yeoju-si, Gyeonggi-do Province

22 aprile – 28 maggio 2017
Data Pubblicazione: 21 April 2017

Il Museo Internazionale delle Ceramiche in Faenza estende la sua presenza internazionale anche alla Corea del Sud. È stato infatti chiamato a rappresentare l’Italia alla Gyeonggi Intenational Ceramic Biennale 2017, con una mostra sintesi dell’eccellenza della produzione artistica ceramica contemporanea in Italia.

 

In The Earth Time, a cura di Irene Biolchini, è il titolo della mostra che in linea con il tema principale della Biennale, Ode alla Vitapropone una selezione su quattro generazioni di artisti, accomunati dalla partecipazione al Premio Faenza, il più longevo premio ceramico italiano, organizzato dal Museo faentino fin dal 1938.

 

I 22 artisti in mostra partono dalla consapevolezza che quello della superficie terrestre è un tempo determinato, vincolato alla gestione umana delle risorse.

Nascono così quattro approcci possibili, che guidano anche le diverse sezioni della mostra: Dalla Natura Morta alla materializzazione delloggetto; Corpo come strumento di misurazione del tempoApocalisse; Spiritualità oltre la materia.

 

Previous Next
Now Reading:
Urban Mediterranean Experience
Archivio: Agenda

Urban Mediterranean Experience

Firmata dai giovani creativi dello Ied Milano l’opera di design di Bibite Sanpellegrino porta il Mediterraneo tra i banchi del Mercato del Suffragio di Milano fino al 10 maggio
Data Pubblicazione: 21 April 2017

La Bancarella, opera di design creata in crowdsourcing con i giovani creativi dello IED, dopo aver fatto tappa nell’importante contesto del Salone Satellite durante la Design Week, trova spazio fino al 10 maggio all’interno del Mercato del Suffragio, il principale portavoce a Milano della tendenza dei mercati metropolitani.

L’immaginario di partenza è l’agrumeto, trasformato in oggetto di design. La narrazione comincia con la scala, da sempre utilizzata dai contadini per raccogliere arance e limoni. Prosegue poi con le tradizionali cassette di legno, dove i gusti delle Bibite Sanpellegrino sono abbinati agli agrumi o a stoffe dalle texture ricercate. Infine, il banco da cui il fruttivendolo declama le virtù dei propri prodotti.

La Bancarella Sanpellegrino offre un palinsesto ricco di appuntamenti per tutto il mese, fino al 10 maggio. Il 29 aprile gli chef del Mercato del Suffragio e le Bibite Sanpellegrino faranno una lezione con posti limitati su come preparare un kit Urban Mediterraneo per i pic nic estivi.

Mentre il 3 maggio, in orario aperitivo, dalla Bancarella Sanpellegrino un bartender preparerà cocktail dal gusto e dal profumo mediterraneo tailor made con gli ingredienti richiesti dai consumatori.

Previous Next
Now Reading:
Old Factory New Capital
Archivio: Agenda

Old Factory New Capital

Progetto dell’artista croato Igor Grubić e della fotografa partenopea Raffaela Mariniello

Roma, PortoFluviale, dal 20 aprile al 20 luglio 2017
Data Pubblicazione: 20 April 2017

Il progetto Old Factory New Capital inaugura la quarta edizione di Skin Taste, iniziativa annuale curata da Adriana Rispoli e promossa da PortoFluviale (noto locale in zona Ostiense, a Roma).

Ogni anno un artista (in questo caso, per la prima volta, 2 artisti hanno avviato una collaborazione congiunta) viene invitato ad ideare un’opera in carta di manifesto che poi viene interamente collocata sulla grande facciata dello storico edificio industriale degli anni ’50, appunto sede di PortoFluviale.

Per questo ambizioso progetto Igor Grubić e Raffaela Mariniello hanno unito le loro ricerche sulle zone industriali e disagiate delle zone del Mediterraneo, e daranno così forma, insieme, ad una grande immagine corale che avrà per tema il cambiamento del paesaggio urbano.
Previous Next