INTERNI. The Magazine of Interiors and Contemporary Design

Now Reading:
Alvaro Siza. Viegem sem programa
Archivio: Agenda

Alvaro Siza. Viegem sem programa

Articolo di: Claudia Foresti
Data Pubblicazione: 31 December 2013

Presso Fondazione Querini Stampalia, è esposto un progetto espositivo completamente dedicato al lato più intimo e meno conosciuto dell’architetto portoghese Álvaro Siza, figura di spicco nel panorama progettuale internazionale, che sarà insignito del Leone d’Oro alla carriera in occasione della 13. Mostra Internazionale di Architettura – la Biennale di Venezia. La mostra, organizzata dall’associazione culturale MedicinaMentis, in collaborazione con la Fondazione Querini Stampalia, nasce dai numerosi incontri che i due curatori, Greta Ruffino e Raul Betti, hanno avuto con l’architetto lusitano, presso il suo studio a Porto e racconta, attraverso l’esposizione di 53 opere, tratte dai suoi quaderni di appunti e personalmente selezionate dallo stesso autore, non solo l’attività dell’architetto ma soprattutto quella dell’uomo. Il percorso espositivo sottolinea la straordinaria memoria eidetica dell’architetto Siza, prendendo le mosse dai suoi disegni (in prevalenza ritratti) realizzati durante gli anni della giovinezza, con una sezione dedicata alla famiglia, i numerosi viaggi compiuti all’estero, le più recenti cene con gli amici e i momenti liberi “dal peso del lavoro”, e si popola via via di ricordi, sensazioni, note ironiche e visioni, tutte valide, in quanto inerenti alla vita. www.viagemsemprograma.com.

Now Reading:
Nike GS
Archivio: Agenda

Nike GS

Articolo di: Claudia Foresti
Data Pubblicazione: 31 December 2013

Il 2 luglio scorso, nell'eccezionale cornice di Punta della Dogana, gli ex magazzini veneziani ora sede prestigiosa del centro di arte contemporanea François Pinault Foundation, Nike ha presentato la sua ultima scarpetta da calcio Nike GS (GreenSpeed). Tra le inestimabili opere d'arte della collezione, nel "cubo", cuore suggestivo dell'edificio restaurato dall'archistar giapponese Tadao Ando, il Global Design Director di Nike Football Andy Caine ha svelato l'ultima creazione dello swoosh, stato dell'arte del genere in quanto a velocità e produzione responsabile. Ecologici e ad altissime prestazioni, gli scarpini pesano solo 160 grammi per garantire ai giocatori professionisti la massima leggerezza e performance eclatanti sul campo. Al tempo stesso riducono drasticamente l'impatto ambientale arrivando a impiegare fino al 70 % di materiali di recupero per lacci, tomaia e linguetta, il 15% per la punta e il tessuto che avvolge la caviglia e a minimizzare gli scarti di produzione. Gli scarpini sono il risultato della collaborazione tra il design team globale e un appassionato gruppo di artigiani che operano nel laboratorio Nike di Montebelluna, dedicato alla realizzazione di scarpe destinate a tanti campioni del calcio internazionale che si è occupato della ricerca dei materiali riciclati e rinnovabili e della realizzazione.http://nikeinc.com/nike-football-soccer/news/nike-gs-football-boot-combines-performance-engineering-with-low-environmental-immpact
Now Reading:
Marmomacc 2012
Archivio: Agenda

Marmomacc 2012

Articolo di: Claudia Foresti
Data Pubblicazione: 31 December 2013

Per quattro giorni torna protagonista l’intero comparto lapideo: marmi, graniti, pietre, macchine e tecnologie di lavorazione per una 47°  edizione sempre più business oriented e internazionale, nel segno di innovazione, design e formazione professionale. Business, internazionalizzazione e cultura del prodotto: in una parola Marmomacc. La più importante manifestazione internazionale dedicata alla pietra naturale, alle tecnologie di lavorazione, al design e all’architettura torna alla Fiera di Verona. Si rinnova un appuntamento unico nel panorama mondiale, un evento atteso da tutti gli operatori del settore, i designer, i professionisti del building e del contract, senza dimenticare i grandi buyer provenienti da tutti i continenti. www.marmomacc.com

Now Reading:
Premio a FPA
Archivio: Agenda

Premio a FPA

Articolo di: Claudia Foresti
Data Pubblicazione: 31 December 2013

Lo studio Franzina+Partners Architettura ha vinto l’European Property Awards 2012 nella categoria Architecture Single Residencecon il progetto BGF house. Gli International Property Awards premiano i più alti livelli di realizzazione da parte delle imprese che operano in tutti i campi del settore immobiliare in Europa, con l'obiettivo di riconoscere l'eccellenza e di promuovere uno standard internazionale. Il progetto premiato, BGF House, è in fase di realizzazione a Padova ed è il risultato di un innovativo design contemporaneo combinato con i principi dell’efficienza energetica e dell’industrializzazione edilizia.

Now Reading:
La luce dell’utopia, cortometraggio di Mario Nanni
Archivio: Agenda

La luce dell’utopia, cortometraggio di Mario Nanni

Articolo di: Claudia Foresti
Data Pubblicazione: 31 December 2013

Mario Nanni ha recentemente presentato in anteprima al Design Museum di Holon, Israele, il cortometraggio La luce dell’utopia. il racconto di luce dell’artista italiano è stato applaudito da una platea internazionale di 500 professionisti: architetti, progettisti, uomini di cultura. Il video celebra tra poesia e artigianalità, il suo ultimo lavoro presentato alla 13° edizione della Mostra Internazionale di Architettura di Venezia, dal titolo Common rounde curata da David Chipperfield. 14 opere di luce in cui quest’ultima diventa lo strumento di narrazione e condivisione dello spazio. il ‘terreno comune’ di ogni civiltà è la sua storia; Mario Nanni traccia con la luce i confini dell’utopia religiosa e quella comunista. Si apre un terreno comune e quindi fertile: è il terreno delle diversità tra gli individui, un luogo dove le differenze cessano di essere degli ostacoli, confini, barriere per divenire uno stimolo al dialogo, al confronto e alla conoscenza. Èproprio nella terra di israele che Mario Nanni racconta la sua luce come mezzo di dialogo, di appartenenza e di unione. Dall'ex voto alla tv del popolo, dalla fonte battesimale al muro del sogno infranto, dall'altare dei popoli alla luce della chiamata alle armi. La luce declina il percorso esistenziale delle tappe della vita di un uomo di qualsiasi cultura, di qualsiasi parte del mondo, di qualsiasi colore e di qualsiasi credenza. Per questo motivo Israele, culla della civiltà moderna, è stata scelta come punto di partenza per un viaggio in cui si susseguono momenti di buio,  frastuono,  bagliori,  silenzi, riflessi e penombre. Un percorso in cui solo la luce può raccontare i nostri ideali. ‘Chi lavora con le sue mani è un lavoratore. chi lavora con le sue mani e la sua testa è un artigiano. chi lavora con le sue mani e la sua testa ed il suo cuore è un artista’ (San Francesco D'assisi): Mario Nanni chiude il suo intervento con queste parole che sottolineano il suo impegno, la passione e l’orgoglio che da 40 anni guidano la sua passione nel campo della progettazione della luce su misura e la sua professionalità artigiana per comporre una propria, personale, poetica progettuale.