INTERNI. The Magazine of Interiors and Contemporary Design

Orto Botanico di Brera

Data Pubblicazione: 23 March 2017
orto

Material Immaterial

Via F.lli Gabba 10 / Via Brera 28

Dal 3 al 9 aprile, dalle ore 10 alle ore 23
Dal 10 al 14 aprile dalle 10 alle 22
Il 15 aprile dalle ore 10 alle ore 18

L’arte del convivio è declinata in oggetti, allestimenti e creazioni di artisti, in dialogo con l’ambiente naturale. Confortevoli aree per il relax si affiancano a un’isola di design per il fitness.

All’Orto Botanico di Brera le quattro Design Islands scaturiscono dalla collaborazione tra progettisti affermati, giovani talenti e aziende di riferimento e si pongono in stretta relazione con lo straordinario contesto storiconaturalistico.

Mostrano come il design possa valorizzare gli aspetti più preziosi e quotidiani dell’esistenza: la convivialità, il benessere personale, le relazioni, il rapporto con la natura.

In ‘Venice. Prezioso Quotidiano’ cinque opere (quattro sculture e un’installazione) interpretano la nuova collezione per la tavola Venice di Fratelli Guzzini, in cui il materiale sintetico eguaglia e incorpora la bellezza e la trasparenza del cristallo. Le opere partono dagli oggetti più familiari, come tazze, tazzine, vassoi e coppette, trasformandoli in piccoli gioelli d’arte. La rassegna è il progetto pilota del programma pluriennale di ricerca Art to Be Used, che l’azienda lancia in questa occasione.

Il design favorisce e accresce il benessere personale nelle isole per il fitness MyIsle, che presentano nuove modalità di allenamento all’aria aperta ideate per giardini e parchi privati. Il progetto di Metalco Active segue l’anteprima mondiale dell’albero per il fitness MyEquilibria avvenuta sempre all’Orto Botanico nel 2016 in occasione dell’evento Interni Open Borders.

Il design è sempre protagonista negli arredi per l’outdoor raffinati e confortevoli che compongono The Garden of Senses, suggestivo soggiorno en-plein-air che invita a trascorrere tempo insieme all’aria aperta. Un’isola di relax tra i viali e le aiuole, arredata con sedute, dondoli, lampade e tavolini di Talenti, che sarà anche la cornice di una magica serata (5 aprile) in cui si intrecciano l’arte della danza e quella della musica.

In Pigmenti Open-air i cementi colorati di Gypsum sono trasformati in oggetti di arredo in cui il materiale rivela inedite qualità tattili ed estetiche. La composizione, che invita alla sosta nel cuore dell’Orto, entra in sintonia con il contesto e quasi si smaterializza, fondendosi con le tinte della natura circostante.

Venice. Prezioso Quotidiano

L’operazione Prezioso Quotidiano, presentata negli spazi dell’Orto Botanico di Brera, è un progetto pilota del [...]

MyIsle, the Outdoor Gym Sculpture

L’equilibrio tra dimensione corporea e spirituale passa anche da un corretto e continuativo allenamento fisico. [...]

The Garden of Senses

Abitare gli spazi esterni con il comfort e la bellezza di un living indoor: è [...]

Pigmenti Open-air

Elementi modulari in cemento, orizzontali e verticali, mostrano inaspettate qualità estetiche del materiale, che appare [...]

Now Reading:
Venice. Prezioso Quotidiano

Venice. Prezioso Quotidiano

Marco Pareschi
Orto Botanico di Brera
Sculture: Antonio Gramegna, Mariano Moroni, Ermenegildo Pannocchia, Caterina Tosoni
Data Pubblicazione:

L’operazione Prezioso Quotidiano, presentata negli spazi dell’Orto Botanico di Brera, è un progetto pilota del pluriennale programma di ricerca Art to be Used, promosso da Fratelli Guzzini e dall’Accademia di Belle Arti di Brera e rivolto ad artisti delle arti visive, designer ed esperti di comunicazione.

A loro il compito di interpretare la relazione tra arte e oggetto in una doppia valenza: l’arte dal quotidiano e l’arte nel quotidiano. Il programma di ricerca vedrà l’omonimo concorso e una serie di mostre, eventi e pubblicazioni.

L’energia e la vitalità dell’espressione artistica interpretano il prodotto industriale conferendogli nuovi significati. La mostra Venice. Prezioso Quotidiano si ispira alla nuova collezione per la tavola Venice di Guzzini.

Tutte le opere raccontano la ricchezza espressiva della collezione disegnata da Pio e Tito Toso: complementi tavola e mise en place dalla trasparenza del cristallo, con spessori e giochi di luce che la rendono contemporanea ed esclusiva.

Protagoniste della mostra le sculture di tre affermati artisti italiani, Mariano Moroni, Ermenegildo Pannocchia e Caterina Tosoni, che rappresentano il primo risultato del programma di ricerca e concorso “Art to be used”, promosso da Fratelli Guzzini e finalizzato a investigare la relazione tra arte e oggetti di natura industriale, oltre all’installazione “Sotto / Sopra” di Marco Pareschi.

In mostra, infine, anche il giovane artista Antonio Gramegna, la cui opera lancia il concorso “Art to be used”, in collaborazione con l’Accademia di Brera. Il concorso, a cadenza annuale, avrà come prossimi partner importanti accademie europee.

Realizzazione: Fratelli Guzzini

Guarda il video:

Previous Next
Now Reading:
MyIsle, the Outdoor Gym Sculpture

MyIsle, the Outdoor Gym Sculpture

Orto Botanico di Brera
Alfredo Tasca e Alberto Mattiello
Data Pubblicazione:

L’equilibrio tra dimensione corporea e spirituale passa anche da un corretto e continuativo allenamento fisico. Le tendenze attuali indicano che sempre più persone praticano attività sportiva all’aperto.

Nasce così un’innovazione tipologica. Paragonabile a una scultura o a un’opera di arredo pubblico, MyIsle (progetto di Alfredo Tasca e Alberto Mattiello) è un’isola per il wellness che si integra perfettamente negli ambienti outdoor fornendo gli elementi necessari per un completo allenamento funzionale.

Sono presenti infatti fino a tredici stazioni di training, con oltre 250 opzioni di esercizio basato sul bodyweight: lo sfruttamento del proprio peso corporeo. MyIsle è una palestra all’aperto da 16 o 24 metri quadrati – ovvero venti volte più compatta di una palestra di media dimensione – che consente a dieci persone di allenarsi contemporaneamente.

MyIsle è 100% made In Italy, realizzata in cemento ultraperformante (UHPC), caratterizzato da una finitura liscia e che abbina alla resistenza un’elasticità simile al metallo. L’utilizzo della palestra è intuitivo e fruibile da tutti, per un fitness a contatto con la natura.

Una app con video tutorial realizzati con i migliori personal trainer consente, infine, di potersi allenare seguendo protocolli specifici.

Realizzazione: Metalco Active con Il Cantiere

Guarda il video:

Previous Next
Now Reading:
The Garden of Senses

The Garden of Senses

Marco Acerbis
Orto Botanico di Brera
Data Pubblicazione:

Abitare gli spazi esterni con il comfort e la bellezza di un living indoor: è la mission di Talenti, azienda umbra di arredi per outdoor, che produce collezioni articolate e raffinate, affidate a designer e progettisti dalla spiccata sensibilità contemporanea.

Tra loro Marco Acerbis, autore delle collezioni Eden e Cleo Teak di Talenti, che il designer ha utilizzato nel progetto di allestimento di un grande soggiorno all’aperto tra i viali e le aiuole dell’Orto Botanico di Brera.

Un’articolata isola di relax, dove i visitatori sono invitati a sperimentare i divani, le poltrone, i tavoli, i tappeti e le lampade di Talenti. In particolare, gli arredi Eden, in cui leggere strutture metalliche supportano ampi volumi imbottiti, che garantiscono il confort delle sedute, e le composizioni Cleo Teak, dalle linee geometriche, ampie ed accoglienti.

La qualità è affidata a tessuti morbidi e resistenti, alle imbottiture generose, ai piani in teak. Tra le sedute, sistemate su una distesa di tappeti, anche i piacevoli daybed Eden con copertura reclinabile, i dondoli e le altalene Cleo.

Realizzazione: Talenti

Guarda il video:

Previous Next
Now Reading:
Pigmenti Open-air

Pigmenti Open-air

Marco Merendi e Diego Vencato
Cortile d’Onore
Data Pubblicazione:

Elementi modulari in cemento, orizzontali e verticali, mostrano inaspettate qualità estetiche del materiale, che appare morbido e dalla sensazione tattile pari al velluto, allontanando la consueta percezione del cemento come grezzo e pesante. Marco Merendi e Diego Vencato declinano il materiale prodotto dall’azienda Gypsum con nuovi linguaggi.

Pigmenti Open-air si compone di un elemento verticale architravato e di un parallelepipedo, orizzontale appoggiati su di una piattaforma sospesa. Un fascio di luce radente e verso il basso parte dall’architrave dell’elemento verticale alleggerendo i volumi e creando giochi di luce ed ombra. Il colore è parte integrante dell’opera: si unisce al cemento in un rapporto organico e non invasivo, esaltando il dialogo tra il materiale e la luce.

Il cemento utilizzato è ad alte prestazioni e consente di ottenere con precisione geometrie dettagliate e di realizzare lavorazioni ed effetti inattesi, come l’idea di morbidezza visiva e tattile. Pigmenti Open-air conferisce al cemento una dimensione preziosa e mette sotto una nuova luce un materiale “evoluto”, un agglomerato con elevate prestazioni tecniche e strutturali, adatto ad applicazioni indoor e outdoor, realizzando oggetti intensamente fisici e al contempo leggeri.

Realizzazione: Gypsum

Previous Next